XX edizione di TREND nuove frontiere della scena britannica al Teatro Belli di Roma festival a cura di Rodolfo di Giammarco

0
114

Dal 22 ottobre al 20 dicembre andrà in scena al Teatro Belli di Roma la XX edizione di TREND il Festival Teatrale a cura di Rodolfo Di Giammarco sulle nuove frontiere della scena teatrale britannica. Anche quest’anno numerose le proposte tra cui diversi spettacoli da potere seguire on demand.

Queste le parole di Rodolfo di Giammarco:

Le maggiori tragedie globali che incombono su di noi sono quelle climatiche e pandemiche, e da parte sua il teatro è sempre più in grado di monitorare fenomeni di ieri e di oggi altrimenti declinati come le instabilità relazionali, le oscillazioni economiche, i bipolarismi caratteriali, le virtualità manipolatrici, fino a trarre maggiori contenuti dalle disforie di genere e dalle culture seriali. Ce ne rendiamo conto con i quattordici testi scelti per la XX edizione di “Trend. Nuove frontiere della scena britannica”. Le variabili che influiranno sulle nostre società rispondono anche a un quadro di netti mutamenti umani, tecnologici, di sistema. Gli scarti tra normodotati e fluttuanti vanno diffondendosi a vantaggio di una ininfluenza binaria, etica, anatomica. Scorrendo il programma, l’allergia ai canoni e ai controlli si fa spazio nelle sinossi di “Girl in the Machine” di Stef Smith, “Beyond Caring” di Alexander Zeldin, “A Number” di Caryl Churchill, “Playing Sandwiches” di Alan Bennett. Drammaturgie fondate su indeterminazioni o varianti identitarie sono quelle di “Play House” di Martin Crimp, “Love and Understanding” di Joe Penhall, “Snowflake” di Mike Bartlett, “Stitching” di Anthony Neilson, “Three Kings” di Stephen Beresford, “Chef” di Sabrina Mahfouz, “Coriolanus Vanishes” di David Leddy, “Tarantula” di Philip Ridley. Approfondimenti non convenzionali e nuovi approcci al maschile e al femminile li intercettiamo in “Scenes with Girls” di Miriam Battye, in “God’s New Frock” di Jo Clifford. Risolutivo è il sostegno che nel frattempo continua a giungere a Trend dal Ministero della Cultura, dalla Regione Lazio, e dal Comune di Roma. I lavori inglesi sono quest’anno affidati a Giacomo Bisordi, Alessandro Federico, Arturo Cirillo, Massimo Di Michele, Luca Mazzone, Maurizio M. Pepe, Serena Sinigaglia, Francesco Bonomo, Carlo Emilio Lerici, Martina Glenda, Mauro Lamanna, Stefano Patti, Francesco Montanari.

dal 22 al 24 ottobre BEYOND CARING di Alexander Zeldin reading a cura di Giacomo Bisordi traduzione Serenella Martufi produzione Teatro Vascello   

 dal 29 al 31 ottobre PLAYING SANDWICHES (IL GIOCO DEL PANINO)di Alan Bennett diretto e interpretato da Arturo Cirillo traduzione Mariagrazia Gini produzione Marche Teatro  

dal 5 al 7 novembre A NUMBER di Caryl Churchill
progetto e regia Luca Mazzone con Giuseppe Pestillo e Massimo Rigo traduzione di Monica Capuani produzione Teatro Libero di Palermo  

16/17 novembre CHEF di Sabrina Mahfouz regia Serena Sinigaglia con Viola Marietti traduzione di Monica Capuani produzione Centro Teatrale Bresciano
dal 25 al 27 ottobre STITCHING di Anthony Neilson regia Alessandro Federicocon Valentina Virando e Alessandro Federico traduzione Pino Tierno e Pietro Bontempo produzione Proprietà Commutativa  

2/3 novembre GOD’S NEW FROCK di Jo Clifford diretto e interpretato da Massimo Di Michele traduzione Lorenzo Stefano Borgotallo produzione Smart lab teatro   

dal 9 al 14 novembre GIRL IN THE MACHINE di Stef Smith regia Maurizio Mario Pepe con Liliana Fiorelli e Edoardo Purgatori traduzione Maurizio Mario Pepe produzione Khora srl  

dal 19 al 21 novembre THREE KINGS di Stephen Beresford diretto e interpretato da Francesco Bonomo traduzione Natalia di Giammarco produzione Sardegna Teatro
dal 24 al 28 novembre CORIOLANUS VANISHES di David Leddy adattamento e regia Carlo Emilio Lericicon Francesca Bianco produzione Teatro Belli     
   
dal 3 al 6 dicembre LOVE AND UNDERSTANDING di Joe Penhall regia Mauro Lamanna    con Gianmarco Saurino, Mauro Lamanna traduzione Natalia di Giammarco produzione Oscenica srl    

dall’11 al 15 dicembre
SNOWFLAKE
di Mike Bartlett regia Stefano Patti con Marco Quaglia traduzione Stefano Patti produzione 369gradi srl
 dal 29 novembre al 1 dicembre
SCENES WITH GIRLS
di Miriam Battye regia Martina Glendacon Chiarastella Sorrentino, Chiara Gambino e Giulia Chiara
monte
traduzione Martina Glenda e Massimo Cerrotta
produzione Khora srl  

9 dicembre
TARANTULA
di Philip Ridley
adattamento e regia Carlo Emilio Lerici
con Raffaella Alterio
produzione Trilly Produzioni    

dal 16 al 19 dicembre
PLAY HOUSE
di Martin Crimp diretto e interpretato da Francesco Montanari
traduzione Enrico Luttmann
produzione Narni Città Teatro  

Spettacoli on demand:

28 ottobre AWKWARD CONVERSATIONS WITH ANIMALS I’VE FUCKED di Rob Ayescon Alessandro Haberregia Enzo Aronica Un monologo senza esclusione di colpi sulla solitudine abissale di un uomo che non sa prendere le misure col mondo, un frustrato, disadattato, in guerra con gli altri e con se stesso. Politicamente scorretto e mai banale, il testo di Hayes, con un linguaggio serrato capace di grandi affondi, forza gli schemi del ben pensare, duellando col pregiudizio e con la visione ipocrita che associamo ad esso. Ripresa d’archivio1 novembre THE EARLY BIRD di Leo Butlercon Valentina Corrao e Roberto Marraregia Massimo Di Michele  Basato su un testo scarno e allo stesso tempo lirico, lo spettacolo è imperniato sul dialogo tra Debby e Jack, genitori di una bambina scomparsa. Più che un dialogo, un flusso di coscienza che scorre magmatico sullo sfondo di un tempo immobile, paralizzato da un dolore totalizzante, in cui tra brusche virate di registro e scambi tra personaggi, i due protagonisti si rincorrono, litigano, si trasformano in altro, accecati dal bisogno e dal dovere di trovare un possibile colpevole.  
8 novembre THE PASSdi John Donnellycon Edoardo Purgatori, Giorgia Salari, Federico Lima Roque e Gianluca Macrìregia Maurizio Mario Pepe Due giovani calciatori professionisti condividono una stanza d’albergo durante una trasferta. Eccitati e spaventanti si preparano a disputare un’importante incontro in Champions League che segnerà il loro futuro professionale. Inaspettatamente l’intesa tra compagni si trasforma in attrazione. Dopo la resa dei conti nel match i loro destini saranno segnati. Cristian, rimossa volontariamente l’intimità scoccata la notte precedente, diventerà un importante giocatore, sposerà una donna e avrà dei figli. Ade avvierà una ditta di ristrutturazioni e troverà l’amore con Luca. I due s’incontreranno dopo circa dieci anni e il confronto non renderà salvezza.  15 novembre KILLOLOGYdi Gary Owencon Stefano Santospago, Emiliano Coltorti e Edoardo Purgatoriregia Maurizio Mario Pepe Un nuovo, controverso videogioco sta influenzando un’intera generazione. In Killology i giocatori ricevono dei bonus quando torturano le vittime e accumulano punti proporzionalmente alla loro creatività sadica. Eppure non è considerato un gioco perverso, perchè abilmente commercializzato dal suo creatore multimilionario come un’esperienza etica. Nel gioco si può infatti dare libero sfogo alle fantasie più oscure, ma non sfuggire alle conseguenze.    
18 novembre  THE COLLECTOR di Mark Healycon Giorgio Lupano e Beatrice Arneraregia Francesco Bonomo Frederick Clegg è un uomo schivo con la passione dell’entomologia: il suo unico interesse è catturare e collezionare farfalle. Ha da qualche tempo notato Miranda, una giovane e affascinante studentessa d’arte, una ragazza tanto vitale e luminosa quanto lui è anonimo e ombroso. Dopo una fortuita vincita alla lotteria che lo rende ricchissimo, decide di comprare una vecchia casa isolata, di riadattare il seminterrato ad appartamento e di rapire la ragazza; è convinto che stando da sola con lui imparerà a conoscerlo e quindi ad amarlo. 22 novembre LOVESONG di Abi Morgancon Antonio Salines, Francesca Bianco, Alice Arcuri, Michele Maganzaregia Carlo Emilio Lerici La storia di una coppia che attraversa 40 anni, e nel racconto scopriamo le difficoltà, gli scontri, l’alcolismo, le tentazioni di infedeltà da entrambe le parti, e l’incapacità di avere figli che colpisce profondamente entrambi anche se in modo diverso. Sino al dramma finale: le frequenti visite mediche della moglie, l’ossessione per la descrizione del contenuto della casa, i post-it che sta mettendo un po’ ovunque.
 23 novembre THE CONTAINER di Clare Bayleycon Hefedh Khalifa, Eslam Saeed, Nadia Oulski, Saeid Haselpour,Antoinette Kapinga, Jasmine Volpi                              regia Carlo Emilio Lerici Chiusi in un container che attraversa l’Europa, cinque profughi sono in viaggio con un obiettivo comune: arrivare in Gran Bretagna. Gli immigrati non possono vedere dove stanno andando, e non sanno nemmeno se il camion in cui sono rinchiusi è in movimento o fermo. Uniche certezze la fame e la sete, e poco a poco anche qualche contrasto fra di loro. I contrasti si acuiscono quando il trafficante entra per dirgli che sono all’ultima tappa del loro viaggio, ma se vogliono arrivare nel Regno Unito, devono tirare fuori altri soldi.   2 dicembre BLUE THUNDER di Padraic Walshcon Marco Cavalcoli, Gianmarco Saurino e Mauro Lamannaregia Mauro Lamanna  Sono le 3 del mattino in una piccola città dell’Irlanda. Il nightclub è chiuso e Brian non prenderà altre corse fino a domani. Ma, quando i suoi figli ubriachi si presentano chiedendo un passaggio a casa, diventa chiaro che la notte è appena iniziata. Avviene tutto nel suo taxi. Stasera Brian e i suoi due figli parleranno di come sistemare le loro vite mentre, in piena fame chimica, mangiano il loro cibo spazzatura da asporto. 
20 dicembre ST.NICHOLAS di Conor McPhersonreading agìto e a cura di Valerio Binasco Una figura di padre di famiglia che a Dublino si scopre infatuato di un’attrice, l’accompagna a casa «con Chaucer e Milton seduti dietro, nella macchina, che si divertivano un mondo», disposto poi a seguirla nella tournée londinese della compagnia di cui la ragazza fa parte, per trovarsi avventurosamente nelle mani, lì, di una congrega di strani e mimetizzati vampiri, in un’altalena di realtà e irrealtà, sottoposto ai traffici notturni del dandystico e succhiasangue William.  

I biglietti potranno essere acquistati sul sito www.teatrobelli.it sul bottone “acquista” dello spettacolo, selezionando la data. Il giorno dello spettacolo sarà fornito all’email con cui si è effettuato l’acquisto un link univoco che darà accesso al portale dove si terrà lo spettacolo.

Orario spettacoli tutte le sere alle ore 21

Biglietto Intero € 13

Biglietto Ridotto (under 26 e over 65) € 5

Carnet 10 ingressi (Abbonamento ridotto under 26 e over 65) € 40

Carnet 5 ingressi (Abbonamento intero) € 40

Carnet 10 ingressi (Abbonamento intero) € 70

Informazioni e prenotazioni 06 5894875

info@teatrobelli.it

www.teatrobelli.it

Teatro Belli – piazza Sant’Apollonia, 11a – (Trastevere)

Facebook

TREND – Nuove Frontiere della Scena Britannica

Instagram

@trend_nuovefrontiere

Twitter

@Trend_NFSB