Il Piccolo Teatro di Milano riapre i sipari

0
202
Piccolo Teatro architettoniche. Foto ©Masiar Pasquali

Dopo sei mesi di silenzio, il Piccolo Teatro di Milano ha voluto far precedere la riapertura dei sipari, che avverrà martedì 4 maggio 2021 con la prima nazionale di Ladies Football Club, da una sorta di anteprima, un segno per rimarcare il difficile passaggio, grazie al quale i teatri torneranno a respirare all’unisono con la città. Ha voluto farlo scegliendo una modalità che rimettesse al centro la funzione pubblica del teatro, in particolare del Piccolo, per la sua stessa originaria matrice di “teatro d’arte per tutti”. La radice prima di tale prerogativa è definita dal legame con la comunità, nell’orizzonte allargato della polis, e in questo senso il Piccolo e il suo direttore, Claudio Longhi, hanno voluto immaginare un momento di riavvicinamento alle persone, diluito lungo la settimana, dal 27 aprile, con quattro giorni di prove aperte e un’installazione sonora dei podcast di “Abbecedario per il mondo nuovo”.

La settimana di “vigilia” culminerà lunedì 3 maggio, al Teatro Strehler (ore 19.30), in un momento di incontro dal titolo A questa comunità abbiamo dato il nome di polis, un progetto di drammaturgia collettiva coordinato da Paolo Di Paolo. A lui il Piccolo ha chiesto di immaginare, insieme a un piccolo gruppo di lavoro formato da scrittori italiani e stranieri – André Aciman, Jonathan Bazzi, Gennaro Carillo, Matteo Cavezzali, Maylis de Kerangal, Helena Janeczek, Vanessa Roghi, Igiaba Scego – una vera e propria antologia sul tema della costruzione dell’umano consorzio. Ne è nato così un reading-mosaico di tessere variopinte, da Goethe a Tolkien, da Virginia Woolf a Arundhati Roy, da Etty Hillesum a Edmondo De Amicis o Rodari e allo stesso Strehler, per ritrovare, raccolti insieme in teatro, il senso del vivere in comune. Ne saranno interpreti Sonia Bergamasco, Leda Kreider, Laura Marinoni.
Enrico Intra presenterà composizioni estemporanee, suonando in duo, per l’occasione, con Margherita Carbonell, allieva di contrabbasso dei Civici Corsi di jazz.
La serata è a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria allo 0242411889.

Dal 4 al 15 maggio 2021 al Teatro Studio Melato debutterà Ladies Football Club, di Stefano Massini, regia di Giorgio Sangati, con Maria Paiato.
Ispirato alla storia vera delle prime squadre di calcio femminili, il testo racconta la vicenda di undici operaie che, nell’Inghilterra della Grande Guerra, trovano nel calcio un modo per affermare se stesse.

Maria Paiato

«Il campo da calcio non era un campo da calcio, era un posto strano, bellissimo e terribile, dove accadono chiaramente cose che là fuori si nascondono».
In Ladies Football Club, rapsodia teatrale dal ritmo indiavolato, Stefano Massini, ispirandosi alle storie delle prime squadre di calcio femminili inglesi, fa rivivere in scena undici ritratti di donna, ciascuna con il proprio vissuto, tutte con una passione in comune: giocare a pallone.
È il 1917, in Europa infuria la Grande Guerra. In una fabbrica di munizioni di Sheffield, durante la pausa pranzo, un gruppo di operaie comincia a tirare calci a una palla. Tra mille difficoltà e ostacoli di ogni tipo, le undici donne porteranno avanti con incrollabile determinazione il loro sogno, conquistando l’affetto e il sostegno del pubblico, a dispetto delle convenzioni, della morale e della religione. Ma quando la guerra finirà, gli uomini faranno di tutto per rimettere le “rivali” al loro posto…
«Attraverso il punto di vista di una delle undici in campo – spiega il regista, Giorgio Sangati – riviviamo il brivido delle partite: battaglie vinte o perse, in cui non sempre il risultato è quello indicato dal tabellone, così come non sempre il vero nemico è l’avversario in campo». Maria Paiato restituisce in scena personalità, tic, sogni e paure di una squadra inarrestabile come un uragano.
La nuova produzione del Piccolo Teatro racconta un’epopea tutta al femminile, dove la lotta per affermare il diritto di esistere passa (anche) attraverso un buon gioco di squadra.

Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org (R.B.)