Una nuova professione: consulente di immagine

0
533

Il
consulente di immagine è una nuova figura professionale che fornisce
un servizio dedicato al miglioramento dell’aspetto attraverso il modo
di vestirsi, muoversi e presentarsi. Si occupa di tutto quello che
riguarda la comunicazione non verbale: abbigliamento, igiene
personale, acconciatura, trucco, etichetta.
La
nascita della consulenza d’immagine si fa coincidere con il passaggio
del cinema dal bianco/nero al colore: tutti gli addetti ai lavori si
resero conto dell’importanza che aveva un determinato colore sul
viso degli attori.
Abbiamo
intervistato Mary Baesso, consulente di immagine che viene dal mondo
della moda, titolare di MABEimmagine (http://www.mabeimmagine.it),
per sapere qualcosa su questa nuova professione, che
si sta diffondendo anche al di fuori del mondo dello spettacolo.
Cosa
significa avere stile?
Avere
stile non significa seguire semplicemente i dettami della moda. Il
vero stile è necessariamente un fatto più privato e personale. Il
suo scopo è catturare e illuminare la bellezza racchiusa in ognuno
di noi per regalarci naturalezza e sicurezza nel portamento. Non
dipende solo dalle tasche, non è solo una qualità innata.
Per
lei l’abito fa il monaco?
Certo
che no, però è importante presentarsi al meglio in tutte le
situazioni. Non è fondamentale seguire la moda in tutto e per tutto,
sono veramente convinta che il vero stile è privato e personale,
bisogna raggiungere una perfetta armonia tra abbigliamento e
personalità cercando di interpretare in modo appropriato le diverse
situazioni di cui si è protagonisti. Ogni occasione richiede un
certo tipo di abbigliamento; se ci ritroviamo per una rimpatriata con
le ex-compagne evitiamo di presentarci vestite come in quinta liceo.
Se cerchiamo lavoro in banca è meglio togliere i piercing e
indossare dei capi formali.
Ci
parli dell’importanza dei colori
Il
nostro benessere è influenzato dal colore, perché il colore ci
regala energia.
E’
risaputo che esistono colori che ci valorizzano e colori che ci
“sbattono”, è necessario capire quali sono i colori amici e
quali i nemici.
Utilizzare
la consulente non significa buttare tutto quello che si ha
nell’armadio, investire in capi firmati e super costosi o seguire
alla lettera i dettami della moda.
Al
contrario scoprendo i tuoi colori impiegherai anche minor tempo nello
shopping, spenderai meno denaro evitando di acquistare capi che non
ti stanno bene o non si combinano con quello che è già presente nel
tuo guardaroba, sarai sempre soddisfatta dei tuoi acquisti.
Un
buon consulente analizza il guardaroba della cliente, considera le
sue scelte, il suo stile di vita, usa l’arte del “camouflage”
per arrivare a creare lo stile in linea con la sue esigenze.
Cos’è
il camouflage?
E’
l’arte di mimetizzarsi, nel nostro caso usiamo il camouflage per
mascherare i nostri difetti e valorizzare i nostri punti di forza.
Lo usiamo negli abiti, nella forma e nel colore, nel make-up. Ad
esempio se una donna ha il collo corto, deve evitare i maglioni
dolcevita e indossare maglie con scollo a “V”; se una donna ha
labbra sottili deve assolutamente evitare i rossetti dai colori
scuri.
Chi si rivolge
a Lei?
Ci
sono diverse tipologie di clienti: chi vuole una consulenza per
un’occasione importante, chi vuole mettere ordine al suo
guardaroba, chi vuole acquisire un’immagine con più valore, chi
dell’immagine ne fa un plus per la vendita (per esempio: negozi,
reception, etc.) (R. B.)