“Ti ho sposato per allegria”, con Chiara Francini e Emanuele Salce

0
702
Una delle commedie più divertenti, ironiche e sfrontate di Natalia Ginzburg, “Ti ho sposato per
allegria”, è in tournée nei teatri italiani, prodotta dalla Erretiteatro30 di Roberto Toni e diretta da
Piero Maccarinelli.
Dopo l’apprezzatissimo “Mumble
Mumble, confessioni di un orfano d’arte”,
Emanuele Salce interpreta
il protagonista maschile della commedia che fu anche una delle regie “cult” di
suo padre Luciano, che nel 1967 diresse con enorme successo Adriana Asti (per
cui la Ginzburg scrisse la commedia) e Renzo Montagnani, poi portata anche sul
grande schermo dallo stesso Salce con Monica Vitti e Giorgio Albertazzi.

Nella commedia della Ginzburg Emanuele Salce interpreta
Pietro, neo-marito di Giuliana, conosciuta da poco più di un mese, interpretata dalla brava e simpatica Chiara Francini. Lui è un
professionista tranquillo e sicuro di sé, borghese ma anticonformista. Lei è
svampita, romantica, tendente all’amore assoluto, ha avuto un passato
tormentato, con diversi amanti ed un tentato suicidio alle spalle. Si sono
conosciuti a una festa e si sono rapidamente innamorati. Così almeno crede lui,
lei è un po’ dubbiosa. Quando una domenica arriva a pranzo la madre di Pietro,
che ha preso malissimo le nozze del figlio ed è una borghese reazionaria e
perbenista, Giuliana è sicura di non superare l’esame. E infatti combina un
pasticcio dietro l’altro, aiutata dalla cameriera Vittoria, svitata quanto lei.
Ma tutto finisce a ridere: d’altronde il posato Pietro ha sposato Giuliana
proprio per allegria. 

Chiara Francini, che abbiamo visto al cinema in commedie di successo: “Una moglie bellissima”, “Maschi contro femmine”, “La peggior settimana della mia vita”, tornerà presto sugli schermi in “Soap opera”, al fianco di Diego Abatantuono e Fabio De Luigi.   

“Ti ho sposato per allegria” sarà a Firenze dal 28 dicembre al 5 gennaio 2014 e successivamente
toccherà altre piazze toscane per arrivare a Roma, dal 14 gennaio al 2
febbraio. Dopodiché tra febbraio e marzo sarà a Carrara, Siena, Lerici (il 6
marzo), Portoferraio, Piombino, Pietrasanta e Pisa. (R. Bocchi)