Teatro della Luna ASSAGGI DI STAGIONE DA “EATALY SMERALDO”

0
837

image

Martedì 22 settembre alle 20

Il Teatro della Luna di Milano ha scelto il Palco di Eataly per presentare la nuova stagione 2015/2016.
Un “assaggio” degli spettacoli del cartellone (che spazia da grandi musical a spettacoli di illusionismo, dalla danza ai concerti) sarà infatti offerto il prossimo martedì 22 settembre dalle ore 20 ai clienti del grande store di Eataly Smeraldo in Piazza XXV Aprile a Milano.
Tra i titoli della nuova stagione spiccano “Cabaret” con Giampiero Ingrassia e Giulia Ottonello per la regia di Saverio Marconi, “Next to Normal” diretto da Marco Iacomelli, gli spettacoli di grandi illusioni di Erix Logan con Sara Maya e di Antonio Casanova e l’inossidabile “Grease”.

image

Stagione 2015/2016 del Teatro della Luna
TUTTI I COLORI DEL MUSICAL E NON SOLO

Un cartellone di grande intrattenimento che proseguirà dopo la ripresa di “Pinocchio”
Il Teatro della Luna presenta il suo dodicesimo cartellone che come sempre trova nel teatro musicale lapropria vocazione principale. Ma, sempre nel genere musical, offrirà quest’anno una gamma ancora più diversificata di titoli.
Intanto, fino al 18 ottobre, per accompagnare l’ultimo periodo di EXPO 2015, è nuovamente in scena proprio lo show per cui il teatro stesso era stato inaugurato nel 2003: il family-entertainment di “Pinocchio il grande musical”, lo spettacolo di Saverio Marconi, scritto con Pierluigi Ronchetti con le musiche dei Pooh e Manuel Frattini nel ruolo del burattino più famoso.
La nuova stagione si aprirà invece ufficialmente il 12 novembre con “Cabaret”, musical che ha debuttato in estate al Festival di Todi ottenendo un grande e unanime successo di pubblico e critiche entusiastiche.
Diretto da Saverio Marconi per la Compagnia della Rancia, vede in scena Giampiero Ingrassia come Maestro di Cerimonie e Giulia Ottonello nel ruolo di Sally Bowles che consacrò cinematograficamente Liza Minnelli. «Un “Cabaret” come voglio io, completamente differente dalla prime due edizioni. – dice Saverio
Marconi – Una lettura molto più dura, con alcuni momenti di teatro nel teatro. Molto più attuale, dunque, costringerà gli spettatori a mettersi di fronte alla tendenza di oggi a lamentarsi, senza però mai affrontare davvero la realtà. Quel «chissenefrega» che in “Cabaret” dà modo al nazismo di insinuarsi e di affermarsi.»
Il 31 dicembre e l’1 gennaio il teatro ospiterà un grande show di illusionismo: “The Magic of Erix Logan + Sara Maya”. Si tratta di uno spettacolo fatto per stupire: è allo stesso tempo circo, teatro, illusione, festa di effetti speciali. Con Erix Logan sul palco anche la cantante Sara Maya; la regia è di Maurizio Colombi.
A seguire, il 2 gennaio, un “classico” del periodo delle festività: “Il Lago dei cigni”, celeberrimo balletto di Čajkovskij, in una versione rivisitata dal coreografo Luigi Martelletta per la Compagnia Nazionale diRaffaele Paganini.
Ormai un appuntamento fisso che non ha bisogno di presentazioni quello in scena dal 21 gennaio:
“Grease”: la greasemania conquista tutti, confermandosi, stagione dopo stagione, un vero e proprio
fenomeno di costume “pop” che fa impazzire gli spettatori e guarda alle nuove generazioni, con l’intramontabile storia d’amore tra Danny (Giuseppe Verzicco) e Sandy (Beatrice Baldaccini) e tanto
rock’n’roll. Grease ha cambiato il modo di vivere l’esperienza di andare a teatro: è una festa da condividere con amici, figli, famiglie intere o in coppia, è trascorrere due ore spensierate, è non riuscire a restare fermi sulle poltrone ma scatenarsi a ballare, tra gonne a ruota, giubbotti di pelle e, naturalmente, tanta brillantina.
La regia è di Saverio Marconi per la Compagnia della Rancia.
Il 17,18 e 19 febbraio il Teatro dedicherà una tre giorni a grandi gruppi musicali con 3 concerti-tributo davvero interessanti: “Forever Queen” con il gruppo Queenmania accompagnato da Katia Ricciarelli; “Pink Floyd History”, con coinvolgenti scenografie, emozionanti giochi di luce e proiezioni dei filmati originali dei Pink Floyd con effetti multimediali per un live trascinante; ed infine “Revolution the Show” dove i Beatbox faranno rivivere sulla scena i leggendari Beatles.
Il 26 febbraio debutterà al Teatro della Luna uno dei titoli più interessanti ed innovativi di teatro musicale contemporaneo: “Next to Normal”: uno spettacolo che è perfetto connubio tra musica e testi e tra testi ed i sei attori. La scenografia, settimo interprete, parla da sé. La famiglia Goodman arriva in Italia dopo aver affascinato Broadway con la sua storia “quasi normale” nella sua cruda realtà fatta di emozioni forti: psicofarmaci, amore, dolore e disattenzioni, il tutto mascherato da quotidianità apparentemente “normale”.
La cura per ogni dettaglio fa di questo spettacolo un paio di ore di Teatro puro: quel genere di spettacolo che ti fa uscire…non più uguale a prima. Prodotto da STM in collaborazione con Compagnia della Rancia, vede in scena quali straordinari interpreti Antonello Angiolillo, Francesca Taverni, Luca Giacomelli Ferrarini,
Laura Adriani, Brian Boccuni, Renato Crudo per la regia di Marco Iacomelli.
Ancora due trascinanti concerti il 3 e 4 marzo: il primo, dedicato a Lucio Battisti, vedrà in scena un’orchestra sinfonica , i 2 Mondi e Vent Ensemble; il secondo è un ritorno per il terzo anno “a grande
richiesta”: “Abbadream”, per ballare e sognare con le celebri ed intramontabili canzoni degli Abba.
Il 5 e 6 marzo una proposta davvero interessante ed inusuale: La compagnia “Celtic Legends” presenterà il proprio show irlandese che cattura con la passionalità del ritmo, la trascinante melodia e la perfezione nell’esecuzione coreografica. Sostenuto da un orchestra composta da cinque giovani e talentuosi musicisti, il corpo di ballo di 20 interpreti, danza sulle musiche del repertorio tradizionale irlandese.
L’11 e 12 marzo dopo il sold-out dello scorso anno il mago Antonio Casanova tonerà a conquistare il pubblico del Teatro della Luna con le sue straordinarie illusioni nello spettacolo “Ænigma”, per la regia di Enrico Botta.
Il 19 e 20 marzo la compagnia Puppazia dalla Russia presenterà “Le quattro stagioni”, uno spettacolo di bambole e attori difficile da descrivere ma da vedersi assolutamente: per tutta la famiglia.
Inoltre, per tutta la durata della stagione, il Teatro della Luna continua ad essere la residenza della Compagnia La Casa delle Storie, ospitando nel foyer del Teatro il sabato pomeriggio e la domenica mattina spettacoli per bambini “da 3 a 96 anni”, ispirati alle più celebri fiabe della letteratura per l’infanzia: Il Lupo e i 7 Capretti – Il Gatto con gli Stivali – I 3 Porcellini – Cappuccetto Rosso – Hansel e Gretel – Il Brutto Anatroccolo – Il Pifferaio Magico Si tratta una delle più appassionanti esperienze in circolazione di teatro interattivo: non si tratta semplicemente di fiabe da ascoltare, ma da fare insieme, rendendo lo “SpettAttore” (bambini naturalmente, ma anche genitori, nonni, parenti coinvolti in prima persona) parte attiva e protagonista dello spettacolo.
Fuori stagione poi il Teatro della Luna ospiterà anche numerosi concerti. Già annunciati sono quello di Sufjan Stevens il 21 settembre, di Joe Satriani il 5 ottobre, di The Musical Box il novembre e di Caro
Emerald il 7 novembre.
I biglietti per gli spettacoli della stagione sono in vendita in tutti i punti vendita TicketOne, on line su www.ticketone.it e telefonicamente al numero unico nazionale 892.101 (numero a pagamento).
Martedì 22 settembre alle ore 20 sul Palco di Eataly Smeraldo, in Piazza XXV Aprile 10 a Milano, alcuni degli interpreti degli spettacoli della stagione offriranno un piccolo “assaggio” al pubblico presente!
Dall’1 settembre al 18 ottobre 2015 Musical Compagnia della Rancia presenta Manuel Frattini in PINOCCHIO il grande musical
Uno spettacolo di Saverio Marconi musiche Dodi Battaglia, Red Canzian e Roby Facchinetti – liriche Stefano D’Orazio e Valerio
Negrini testo Pierluigi Ronchetti e Saverio Marconi regia di Saverio Marconi.
Ispirato al romanzo di Collodi (e con il patrocinio della Fondazione Collodi) è stato accolto dalla stampa, sin dal debutto, con recensioni lusinghiere come “La più grande produzione italiana di sempre”. PINOCCHIO – Il Grande Musical, infatti, è uno spettacolo che sintetizza la cultura, la creatività e l’identità italiana: il personaggio di Pinocchio è senza dubbio uno dei più famosi al mondo, nato dalla penna di Collodi e rappresentato in centinaia di forme artistiche, dalla letteratura ai film, dalla musica ai videogiochi, fino a dare il nome a un asteroide (Pinocchio 12927). Il successo dello spettacolo firmato Saverio Marconi con le musiche dei Pooh in questi anni è andato ben oltre le centinaia e centinaia di repliche in tutta Italia, i 500.000 spettatori e le tournèe internazionali in Corea (2009) e a New York (2010), che hanno accolto con entusiasmo la versione
musical di una delle storie italiane più conosciute all’estero e tradotta in 240 lingue. “L’entusiasmo che questo spettacolo ha ricevuto in Corea e a New York è stato incredibile – racconta Manuel Frattini-Pinocchio, poliedrico punto di riferimento del musical italiano – con vere e proprie standing ovation per il talento e il “cuore” tutti italiani. Oggi debuttiamo con una nuova “famiglia”, un nuovo cast davvero sorprendente”.
PINOCCHIO – Il Grande Musical è uno spettacolo adatto a tutta la famiglia: un musical che diverte e commuove, sorprende con grandiosi effetti speciali, con canzoni e coreografie che restano nel cuore degli spettatori. Le emozioni accompagnano tutto lo spettacolo, sin dal suggestivo numero di apertura, quando, nel corso di un temporale, un fulmine abbatte il pino da cui prenderà magicamente vita il burattino.
Il musical, con la sapiente regia di Saverio Marconi, è un esempio trascinante di family
entertainment per bambini e adulti che si lasceranno incantare dalla poesia del teatrino di Mangiafuoco (Fabrizio Corucci), dalle gag degli irresistibili Gatto (Gianluca Sticotti) e Volpe (Giulia Marangoni), dalla magia di Turchina (Beatrice Baldaccini) che moltiplica Pinocchio nella scena degli specchi e dal ritmo esplosivo del Paese dei Balocchi con l’energia di Lucignolo (Gioacchino Inzirillo), e poi, ancora, il Grillo Parlante (Luigi Fiorenti) “coscienza” di Pinocchio, il circo e una memorabile scena in fondo al mare, fino al toccante finale, sempre accompagnato da commozione e applausi. “Il finale non ve lo sveliamo – dice Saverio Marconi – perché vi invito a teatro per
lasciarvi emozionare come succede ancora a noi ogni volta che lo vediamo in scena.”
Spettacolari cambi scena, coloratissimi costumi e un grande cast danno vita a oltre due ore di spettacolo dal ritmo travolgente, affrontando problematiche sempre attuali, come la diversità, la
famiglia, il rapporto genitori-figli (con Geppetto/Roberto Colombo e Angela/Claudia Belli che interpretano il brano “Figli”), l’amicizia e vi porterà ad accompagnare il burattino più famoso nell’impegnativo “viaggio” verso la crescita.
Eventi ospitati
Lunedì 21 settembre – Musica
DNA Concerti presenta
SUFJAN STEVENS in concerto
unica data italiana
Lunedì 5 ottobre – Musica Barley Arts presenta
JOE SATRIANI in concerto
Lunedì 2 novembre – Musica DNA Concerti presenta
THE MUSICAL BOX Performs Genesis
“Selling England by the Pound”
Sabato 7 novembre – Musica
Live Nation presenta
CARO EMERALD in concerto
Dal 12 al 22 novembre – Musical
Compagnia della Rancia presenta
Giampiero Ingrassia in
CABARET
di Joe Masteroff, John Kander, Fred Ebb
con Giulia Ottonello
regia di Saverio Marconi
La stagione 2015/2016 vede la Compagnia della Rancia impegnata con un nuovo allestimento di CABARET, spettacolo molto caro a Marconi che ha debuttato, con oltre 10 minuti di applausi e
unanime consenso di pubblico e critica, come spettacolo inaugurale della 29ma edizione del Todi Festival.
Il testo di Joe Masteroff, basato sulla commedia di John Van Druten e sui racconti di Christopher Isherwood, con le musiche di John Kander e le liriche Fred Ebb (tradotto da Michele Renzullo) è
un classico del teatro musicale (famosissimo anche per il film del 1972 con Liza Minnelli).
Dice il regista Saverio Marconi: ““Cabaret” è uno spettacolo a cui tengo molto, ho lavorato a tre edizioni in tre periodi differenti della mia vita e questa che ha debuttato a Todi è un “Cabaret” come
voglio io, risultato di un testo e di una storia che conosco molto bene, con una nuova e profonda sincerità nell’affrontare lo spettacolo. Una lettura molto più dura, con alcuni momenti di teatro nel teatro. Molto più attuale, dunque, costringerà gli spettatori a mettersi di fronte alla tendenza di oggi a lamentarsi, senza però mai affrontare davvero la realtà. Credo che sia un tema che non muore mai: l’indifferenza della gente che non si occupa (o preoccupa) di quello che gli succede intorno se non viene toccata direttamente. Allora nacque il nazismo, oggi cosa nascerà?”
Un ruolo completamente differente dalla comicità del Dottor Frankenstein – che ha portato in tour con la Rancia per ben tre stagioni – per Giampiero Ingrassia, nel ruolo del Maestro di Cerimonie. Il personaggio di “Cabaret” che prende vita solo sul palcoscenico del Kit Kat Klub, è il filo conduttore che rappresenta l’aspetto ludico della storia – vuole che tutti si divertano per dimenticare i problemi che esistono realmente e il terribile decennio che sta per iniziare – e allo stesso tempo quello ambiguo e stravagante. Un Maestro di Cerimonie sempre pronto a ridere e scherzare, ma con una morale corrotta e decadente, sottolineata anche dal trucco (un misto tra Joker, il Corvo e il cantante dei Kiss Gene Simmons), una maschera che trasuda inquietudine. Ingrassia si cimenta in un ruolo complesso e dalle mille sfaccettature: recita ma soprattutto canta, con un momento di particolare intensità in “I don’t care much/Non importa”.
Fragile ed evanescente, Sally Bowles (Giulia Ottonello) è la giovanissima stella del club berlinese “che splenderà più di una stella” e inizia una relazione tempestosa con il giovane romanziere
americano in cerca di ispirazione Cliff Bradshaw (Mauro Simone). E, mentre Sally sogna di diventare una grande attrice, fuori dalla porta del trasgressivo Kit Kat Klub il mondo va avanti nella direzione sbagliata.
Nella Berlino dei primi anni Trenta, sullo sfondo dell’avvento del nazismo, si intrecciano così le storie degli altri personaggi (Altea Russo/Fräulein Schneider e Michele Renzullo/Herr Schultz – insieme in un romantico e delicato duetto; Valentina Gullace/Fräulein Kost e Alessandro Di Giulio/Ernst Ludwig) mentre sulla Germania, e sulle vite di tutti, sta per abbattersi la furia hitleriana.
Questo nuovo allestimento di “Cabaret” (il terzo per la Compagnia della Rancia dopo le edizioni del 1992 e del 2007) è teatro nel teatro, con una scenografia che “invade” il palcoscenico, firmata da Gabriele Moreschi e dallo stesso Saverio Marconi. Eleganti e frutto di ricerca storica i costumi di Carla Accoramboni, che, insieme al disegno luci di Valerio Tiberi, regalano allo spettacolo atmosfere ora intense ora quasi sospese. Esplosivi i quadri musicali del Kit Kat Klub, con le potenti coreografie di Gillian Bruce tra cui spicca la travolgente “Mein Herr”, in cui la voce di Giulia Ottonello si fonde con le sensuali interpretazioni delle ragazze del cabaret (Ilaria Suss, Nadia Scherani, Marta Belloni); completano il cast Andrea Verzicco e Gianluca Pilla.
“Cabaret” vanta una colonna sonora straordinaria, a diritto entrata nel patrimonio dei musical grazie a brani intramontabili come “Wilkommen”, “Money”, “Maybe This Time” (Questa volta) e
“Life is a cabaret” (La vita è un cabaret); la direzione musicale è di Riccardo Di Paola, la supervisione musicale è di Marco Iacomelli, il disegno fonico di Enrico Porcelli.

31 dicembre e 1 gennaio – Illusionismo
Illusionaria s.r.l. presenta
THE MAGIC OF ERIX LOGAN + SARA MAYA
Spettacolo di illusionismo
di Erix Logan e Sara Maya
Regia di Maurizio Colombi
Lo spettacolo è il risultato di un percorso che nasce nel 2005 a Toronto nel laboratorio di StillAvenue. Nel piccolo locale, sotto la direzione di Erix Logan, si incontrano e si confrontanonumerosi artisti fra danzatori, fantasisti, acrobati e cantanti; è qui che le performance di Erixiniziano a cambiare. Un semplice gioco di magia diventa il pretesto per ascoltare una voce
incredibile o viceversa. Qui Erix incontra Sara Maya, che definisce la voce più magica maiascoltata, vola con lei a Las Vegas e subito si sposano.
Lo spettacolo evolve, si inseriscono danzatori e una coppia di mimi acrobati, le illusioni più comuni diventano insolite, il gesto del mago diventa poesia e la sua bacchetta è la stessa del direttore d’orchestra, detta il tempo, il ritmo, il silenzio. Tutto si muove e appare in modo incredibile. Presto nasce una nuova forma di intrattenimento o per meglio dire una nuova forma di magia.
Negli ultimi anni lo spettacolo ha una nuova svolta quando Erix e Sara incontrano Jim Warren. I suoi dipinti prendono forma e vita sul palcoscenico, animati dalla magia in un blend di colori,
illusione e poesia.
Il pubblico cresce, attratto dalla magia che si percepisce nel locale, una magia nuova che emoziona: non ci sono solo le illusioni o i giochi di prestigio. Bisogna pensare ad un luogo dove tutto è possibile, forse è l’isola che non c’è che all’improvviso ti appare davanti. Le rappresentazioni aumentano, spaziando nel mondo tra Vietnam, Stati Uniti, Cina facendo registare ovunque il tutto esaurito.
Il loro percorso non si ferma alla semplice definizione di un nuovo aspetto estetico dello spettacolo magico, bensì esplora il moto più profondo e misterioso che è in ognuno di noi. Le diverse culture
nel mondo sono state in egual modo toccate nei tre universali livelli di percezione: istinto, passione e razionalità.
Tra le altre illusioni si distinguono Drums, una rielaborazione di un numero emblematico dell’illusionismo (la donna tagliata in due parti) e Reality Magic, in cui il pubblico può seguire lo svolgimento dell’effetto speciale attraverso una videocamera posta all’interno della scatola magica.
La splendida voce dal vivo del soprano Sara Maya è poi protagonista assoluta di Fireflies e componente fondamentale di Monitors, numero in cui la tecnologia diventa magia. E ancora il Teletrasporto e la personale versione del Volo Umano, effetto magico impareggiabile, considerato vetta dell’illusionismo mondiale.
Quest’anno THE MAGIC OF ERIX LOGAN + SARA MAYA torna in Italia, il paese di origine di Erix e di Sara, e si rimodella con la regia di Maurizio Colombi, alfiere dei family show italiani, che inserisce nell’evoluzione del genere il ritmo e la tecnologia con dj, beat-box, breaker e rapper.
Sabato 2 gennaio
Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini presenta
IL LAGO DEI CIGNI
Coreografie di Marius Petipà
Musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij
regia di Luigi Martelletta
Lo spettacolo nasce da un’idea che da molti anni il coreografo Luigi Martelletta inseguiva e
sperava di mettere in scena. La sua lunga ed intensa carriera come primo ballerino al Teatro dell’Opera di Roma ed in tanti altri teatri italiani ed europei gli ha permesso di studiare a fondo, di
esaminare e di danzare molte volte questo spettacolare balletto. La coreografia originale del repertorio classico infatti non ha mai sottolineato alcuni aspetti del libretto, che però in questa
versione Martelletta vuole esaminare e sviscerare; la drammaturgia classica dell’azione coreografica – teatrale, infatti, è abbandonata a favore di una forma di riappropriazione della realtà e dell’esperienza comune basata sui particolari e sulle singole situazioni riunite tra loro in collage ampi e sfaccettati, secondo una metodologia di lavoro di ricerca e di graduale progresso. Fortemente legato alla tradizione accademica, Luigi Martelletta propone quindi un lavoro stilisticamente più snello, più vivace, alleggerendo tutti i manierismi e le pantomime che fanno parte del repertorio classico, ma che ormai risultano inutili, pesanti e noiosi. Non mancheranno
però tutte quelle danze e quell’itinerario danzato che molti conoscono e si aspettano: i cigni, la danza spagnola, la danza russa, il valzer, i passi a due, e molto altro.. Questo balletto, insomma, è autenticamente una creatura di oggi, del presente, con tutto quello
che ciò comporta. La sua particolarità, la sua eccezionalità consiste proprio in questa sua capacità, estrema e radicale, di proporsi vivo e attualissimo, pur dimorando in un suo pianeta espressivo che
sa di antico, di già visto, di già vissuto, espressionista nel senso più universalistico e antistorico della definizione: in quanto rappresentazione della realtà -realtà esasperata e sconvolta, ma del
tutto riconoscibile – in una dimensione non semplicemente realista, ma, tutt’altro, profondamente vera. L’ideale neoclassico di una bellezza assoluta, regolata da un ordine imperturbabile, è l’obiettivo totalizzante della creazione.
Dal 21 gennaio al 7 febbraio – Musical
Compagnia della Rancia presenta
GREASE
di Jim Jacobs, Warren Casey
regia di Saverio Marconi
È ormai un appuntamento fisso ed atteso. La GREASEMANIA conquista tutti, confermandosi, stagione dopo stagione, un vero e proprio fenomeno di costume “pop” che fa impazzire gli spettatori e guarda alle nuove generazioni, con l’intramontabile storia d’amore tra Danny(Giuseppe Verzicco) e Sandy (Beatrice Baldaccini) e tanto rock’n’roll. GREASE ha cambiato il modo di vivere l’esperienza di andare a teatro: è una festa da condividere con amici, figli, famiglie intere o in coppia, è trascorrere due ore spensierate, è non riuscire a restare fermi sulle poltrone ma scatenarsi a ballare, tra gonne a ruota, giubbotti di pelle e, naturalmente, tanta brillantina.
Nuove traduzioni di Franco Travaglio di alcune delle canzoni più famose, nuovi arrangiamenti e orchestrazioni del direttore musicale Riccardo Di Paola con la supervisione musicale di Marco
Iacomelli, nuovi coloratissimi costumi di Carla Accoramboni, nuove coreografie irresistibili e piene di ritmo ed energia firmate da Gillian Bruce… Gli anni ’50 non sono mai stati così moderni e attuali…. lasciatevi conquistare dalla GREASEMANIA!
In scena, insieme a Danny e Sandy, Floriana Monici sarà Rizzo, Gianluca Sticotti Kenickie; con loro poi Roberto Colombo (Vince Fontaine), Andrea Rossi (Teen Angel/Tom), Claudia Belluomini (Miss Lynch), Silvia Contenti (Marty), Gioacchino Inzirillo (Doody), Giulia Marangoni (Jan), Giorgio Camandona (Roger), Valentina Corrao (Frenchy), Luigi Fiorenti (Sonny), Anna Bodei (Patty), Anna Foria (Cha-Cha), Luca Peluso (Eugene), Andrea Spata e Paola Ciccarelli (studenti di Rydell).
17 febbraio – Musica
Rockopera/Jam for Live presentano
QUEENMANIA E KATIA RICCIARELLI
Forever Queen
I Queenmania, con la partecipazione straordinaria di Katia Ricciarelli, portano sul palco lo spettacolo “FOREVER QUEEN”, che ha registrato oltre 80 sold out in Germania e Olanda ed è attualmente in programmazione nei più importanti teatri d’Europa. «Ho già interpretato brani di Freddie Mercury dal vivo, in particolare “Barcelona”, in cui duettava con Monserrat Caballé. –
dichiara la Ricciarelli – Mi sono detta: l’ha cantata lei, quindi la canto anch’io. È musica molto bella, difficilissima da eseguire sotto il profilo tecnico».
“FOREVER QUEEN” è uno show che ripercorre la straordinaria carriera di uno dei più grandi gruppi della storia, arricchito da costumi, scenografie e proiezioni video per far rivivere la leggenda
di Freddie Mercury, che ancora oggi, a 24 anni dalla scomparsa, è ricordato come uno dei più grandi showman della storia del rock.
I QueenMania, sono una tribute band nata nel 2006 dalla comune passione di quattro musicisti per Freddy Mercury. Il gruppo, oltre alla presenza di Sonny Ensabella, interprete dall’impressionante
somiglianza fisica e vocale con l’originale, si avvale della presenza di musicisti che vantano prestigiose collaborazioni all’interno del panorama musicale italiano ed europeo quali Andrea Ge (batteria e voce), Tiziano Giampieri (chitarra e voce) e Fabrizio Palermo (basso e voce).
Dal marzo 2007 i QueenMania portano in giro per l’Europa il loro showesibendosi in Inghilterra, Germania, Olanda, Svizzera, Austria, Spagna, Francia e Ungheria, con grandi consensi di pubblico
e critica. Nel 2008 arriva la loro partecipazione alla 23rd Official Queen Fan Club UK Convention in Inghilterra, occasione che permette loro di diventare la prima e unica tribute band italiana a
suonare in Inghilterra, paese dove il gruppo è accolto come il miglior tributo europeo ai QUEEN.
18 febbraio – Musica
Rockopera/Jam for Live presentano
PINK FLOYD HISTORY
Concerto-tributo
iIl meglio dei Pink Floyd in un sound fresco ed emozionante che mantiene fedelmente il lato rock e la psichedelia della leggendaria rock band britannica, evocando l’energia e ricreando la magia e le
atmosfere dei loro concerti: uno show curato nei minimi particolari con coinvolgenti scenografie ed emozionanti giochi di luce.
Proiezioni dei filmati originali dei Pink Floyd ed effetti multimediali per un live trascinante.
Lo show è imperniato su una carrellata dei maggiori successi dei Pink Floyd, riprodotti fedelmente, in un crescendo di emozioni.
19 febbraio – Musica
Rockopera/Jam for Live presentano
THE BEST BEATLES EXPERIENCE
Revolution the show
Starring The BeatBox
Regia di Giorgio Verdelli
La “British Invasion”: così fu chiamata la rivoluzione musicale, culturale ed artistica di quegli anni che dall’Inghilterra prese il via. Un fenomeno che non conosce recessione, anzi, continua a raccogliere consensi ed entusiasmi al limite del fanatismo, oggi come allora, anche tra gruppi di giovanissimi e non solo di nostalgici. Segno che non si trattò di moda passeggera, come qualche critico conservatore e poco lungimirante dei tempi cercò di definire “tout court” il fenomeno dei quattro ragazzi di Liverpool, ma di una vera e propria rivoluzione culturale che segnò la storia della musica e del costume. A farne rivivere sul palco tutta la magia e l’energia una delle migliori Beatles band Internazionali “THE BEATBOX”.Il coinvolgimento per tutti è garantito da John, Paul , George e Ringo.
Per Festeggiare il 50° anniversario dei concerti italiani della rock band di maggior successo al mondo, nasce “Revolution” uno spettacolare concerto teatrale multimediale con più di quaranta
canzoni,scelte tra i più grandi successi dei Beatles! Sul palco rivive la storia dei Beatles, dalle loro origini al Cavern Club di Liverpool, attraverso le più alte vette mondiali della Beatlemania, fino ai loro successivi capolavori in studio con le performance live, che ripropongono le prime tracce discografiche tra cui Twist and Shout, She Loves You e Love me Do, fino ad arrivare ai loro piùgrandi successi, Hey Jude, Come Together, Yesterday e Let it Be. Uno spettacolo elettrizzante che riporta ai magici anni sessanta che sono riusciti a trasformare, non solo la storia musicale, ma la cultura, l’arte e la coscienza moderna nei giovani! Nulla è lasciato al caso nello show, a cominciare dagli abiti, uguali a quelli usati dai Fab Four nei diversi anni della loro storia, che vengono indossati durante lo spettacolo aiutando lo spettatore a collocare le canzoni nei rispettivi anni della loro pubblicazione. Si comincia dai semplici abiti neri, poi, le famose giacche usate nel mitico concerto americano nello Shea Stadium, per continuare con i divertenti e colorati Sgt. Pepper, fino ad arrivare al periodo della copertina di Abbey Road dove i Beatles attraversavano le famose strisce pedonali, diventate dal quel giorno storiche.
L’abile mano del regista Giorgio Verdelli (Fantastico, Canzonissima, Quelli Della Notte, Mr. Fantasy) e beatlesiano, firma uno spettacolo davvero di alto livello. Un’esperienza irripetibile per beatlesiani D.O.C ma anche per tutti coloro i quali hanno nel cuore i loro brani indimenticabili.
Dal 26 al 28 febbraio – Musical
STM in collaborazione con Compagnia della Rancia presenta
NEXT TO NORMAL
di Tom Kitt e Brian Yorkey
regia di Marco Iacomelli
Vincitore di due Tony Awards ed un premio Pulitzer: Next To Normal è uno spettacolo musicale che rompe con la tradizionale concezione di musical in Italia. Una novità assoluta, uno spettacolo
che è perfetto connubio tra musica e testi e tra testi ed i sei attori. La scenografia, settimo interprete, parla da sé. La famiglia Goodman arriva in Italia dopo aver affascinato Broadway con la sua storia “quasi normale” nella sua cruda realtà fatta di emozioni forti: psicofarmaci, amore, dolore e disattenzioni, il tutto mascherato da quotidianità. La cura per ogni dettaglio fa di questo spettacolo un paio di ore di Teatro puro: quel genere di spettacolo che ti fa uscire…non più uguale a prima.
Prodotto da STM in collaborazione con Compagnia della Rancia, vede in scena quali straordinari interpreti Antonello Angiolillo, Francesca Taverni, Luca Giacomelli Ferrarini, Laura Adriani, Brian Boccuni, Renato Crudo per la regia di Marco Iacomelli.
3 marzo – Musica
Rockopera/Jam for Live/ Bcm management presentano
OMAGGIO A LUCIO BATTISTI
con Orchestra Sinfonica
2 Mondi/Vent Ensemble
Massimo Numa: voce – chitarra acustica
Chicco Piazzoli: chitarra elettrica – cori
Piero Carrara: batteria – cori
Beppe Castelli: basso
Andrea Vass: tastiere – cori
2 MONDI si può definire, oltre che un tributo al più grande artista di musica leggera italiana, un omaggio alla colonna sonora della vita di molti di noi, uno spettacolo che i componenti della band offrono con estrema professionalità e ricerca sonora.
Già ospiti su RAI 2, I 2 MONDI hanno tenuto il concerto commemorativo per il decennale della scomparsa il 9 Settembre 2008 a Poggio Bustone (Rieti), paese natale di Lucio Battisti, concerto ripreso e trasmesso parzialmente all’interno di un dossier da Rete4 e in diretta TV con Ballarò su RAI 3. Poi replicato, sempre a Poggio Bustone, anche nel 2009 e 2010. Nel 2014 il progetto è stato ampliato con la collaborazione dei “Vent Ensemble”, sezione fiati di 15 elementi.
4 marzo – Musica
Rockopera presenta
ABBADREAM
Abba Tribute Show
Torna “a grande richiesta” lo spettacolo che celebra la più grande band svedese della storia della musica pop. Un doveroso omaggio agli ABBA le cui canzoni sono ormai considerate un vero e proprio ‘cult’, anche grazie al musical teatrale “Mamma mia!” ed al film di successo con Meryl Streep e Pierce Brosnan. Canzoni eseguite interamente dal vivo, costumi e luci che ricreano le indimenticabili atmosfere degli anni ‘70. “Mamma mia!”, “Dancing Queen”, “Waterloo” … preparatevi a scatenarvi!
Gli ABBA sono stati il gruppo musicale pop svedese di maggior successo. Si stima che abbiano venduto oltre 375 milioni di dischi in tutto il mondo, rendendoli uno dei gruppi più popolari nella storia della musica leggera. Il gruppo si costituì intorno al 1970 senza mai cambiare la loro formazione: Björn Ulvaeus, Benny Andersson, Agnetha Fältskog e Anni-Frid Lyngstad (meglioconosciuta come “Frida”). Quattro anni dopo erano già all’apice della loro carriera musicale dopo aver vinto l’edizione dell’Eurofestival nel 1974 con Waterloo; da allora raggiunsero grande successo e popolarità mondiali. Il gruppo si sciolse nel 1982 e, da allora, nessuna reunion è stata mai progettata dai quattro; nel 2000 fu proposto agli ABBA di riunirsi per un tour di 100 concerti in cambio di un compenso pari ad un miliardo di dollari, ma rifiutarono “per non deludere i fan.
Anche ABBAdream è un vero e proprio fenomeno: 10.000 amici su Facebook e i fan della band svedese che accorrono in teatro per rivivere le emozioni attraverso canzoni indimenticabili. Il primo tour teatrale di ABBAdream ha registrato sold-out a Milano, Bologna, Firenze, Padova e le serate sono occasione di grande divertimento … tutti in piedi … a teatro si può anche ballare!
5 e 6 marzo – Danza
APM Art Performance Management presenta:
CELTIC LEGENDS
danza e musica irlandese con la compagnia CELTIC LEGENDS, Irlanda La compagnia CELTIC LEGENDS presenta il nuovo show irlandese che cattura con la passionalità del ritmo, la trascinante melodia e la perfezione nell’esecuzione coreografica.
Sostenuto da un orchestra composta da cinque giovani e talentuosi musicisti , il corpo di ballo di Celtic Legends – 20 ballerini e ballerine – danza sulle musiche del repertorio tradizionale irlandese.
www.celticlegends.co.uk
11 e 12 marzo – Illusionismo
Illusive Light e Magic Production presentano
Antonio Casanova in
ÆNIGMA
Saprete distinguere la realtà dalla magia?
uno spettacolo di Lorenzo Beccati
scritto da Lorenzo Beccati e Antonio Casanova
costumi e grafica di Annalisa Benedetti
regia di Enrico Botta
Dopo il sold-out della scorsa stagione torna sul palcoscenico del Teatro della Luna il mago Antonio Casanova. Durante lo Spettacolo che racconta la vita di Harry Houdini accade qualcosa di inaspettato: una minaccia simboleggiata da un coltello piantato sul manifesto presente sul palco ed un indizio identificato in una carta da gioco insanguinata danno il via ad una caccia all’assassino che, a suo dire, si nasconde tra il pubblico presente e ucciderà davanti a tutti Antonio Casanova
prima della fine dello spettacolo.
Tutto avviene coinvolgendo il pubblico e facendo scegliere a loro, casualmente, indizi e modalità del possibile delitto, in un susseguirsi di colpi di scena: dall’esecuzione di strabilianti illusioni che a loro volta porteranno ad una misteriosa rivelazione, proprio durante l’esecuzione della pagoda della morte, il grande numero che uccise Houdini, fino a un finale mozzafiato che lascerà il pubblico stupefatto, divertito ed emozionato, soprattutto per la rivelazione di come tutto sia stato predetto e previsto fino all’ultima azione …
19 e 20 marzo – Family Show
APM Sarl presenta la compagnia “Puppazia Show” con spettacolo
LE QUATTRO STAGIONI
per la prima volta in Italia dalla Russia
lo spettacolo con attori e bambole giganti per tutta la famiglia
Il gruppo «Puppazia» nasce nel 1989 a Mosca. La compagnia teatrale è composta da attori professionisti e in questi anni si è esibita in moltissime città della Russia e con uguale successo anche in Regno Unito, Germania, Svizzera, Polonia, Paesi Baltici, Emirati Arabi, USA, Serbia, Oman, Bahrain e Qatar. Ora saranno per la prima volta in Italia! Pupazzia, Teatro di persone e bambole, presenta spettacoli per bambini e per adulti.
«LE QUATTRO STAGIONI»
I giorni e gli anni passano in fretta. Il tempo passa e noi non ci accorgiamo di tante belle cose e di tante gioiose giornate che viviamo durante le quattro stagioni : autunno , inverno , primavera ed
estate . Ma il mondo animale lo sente più di noi e cosi gli insetti e gli animali, in compagnia del clown teatrale, ci presentano queste stagioni nello spettacolo eccentrico ed eccezionale, rendendo
il pubblico partecipe dello stesso. Uno spettacolo ricco di colori.
E inoltre
Teatro Ragazzi
Nel foyer del Teatro, al sabato pomeriggio ed alla domenica mattina gli spettacoli de
LA CASA DELLE STORIE
“La Casa delle Storie” è una delle esperienze di teatro interattivo più appassionanti in circolazione.
Non si tratta semplicemente di fiabe da ascoltare, ma da fare insieme, rendendo lo spettatore parte attiva e protagonista dello spettacolo.
Stagione 2015/2016
PREZZI DEI BIGLIETTI
(comprensivi dei diritti di prevendita)
PINOCCHIO Il Grande Musical
Poltronissima Blu € 55,00
Poltronissima € 44,00
Poltrona € 33,00
Riduzioni under 14, over 70
CABARET, GREASE
Acquisti fino al 30 settembre Acquisti dall’1 ottobre
Poltronissima Blu € 33,00 € 55,00
Poltronissima € 27,00 € 44,00
Poltrona € 20,00 € 33,00
Riduzioni under 14, over 70
SPETTACOLI “LA CASA DELLE STORIE” nel foyer del teatro
Bambini fino a 3 anni € 6,00
Da 3 a 12 anni € 12,00
Adulti € 16,50
È necessaria la presenza di un adulto ogni tre bambini.
Ingresso del pubblico 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.
TUTTI GLI ALTRI SPETTACOLI DELLA STAGIONE
Poltronissima Blu € 38,50
Poltronissima € 33,00
Poltrona € 27,50
Riduzioni under 14 e over 70
I BIGLIETTI SONO IN VENDITA
Circuito TicketOne
punti vendita
www.ticketone.it
call center 892.101 (numero a pagamento)
GRUPPI DI ALMENO 10 PERSONE A PREZZI SPECIALI (esclusi eventi ospitati)
Ufficio Gruppi Teatro della Luna
E-mail ufficiogruppi@teatrodellaluna.com – Tel. 02 48857333