Exclusive Content:

STELLA JEAN HOMME SS 2014

 

La
prima collezione uomo firmata Stella Jean si contraddistingue per un
estemporaneo, e al tempo stesso imprevedibile, sincretismo che
converge in un autentico simposio culturale, tra visioni ed
espressioni di mondi tra loro solo in apparenza lontani e in
contrapposizione.
La
cifra stilistica che permea tutta la collezione è quella del “moto
a luogo”, attraverso cui gli stilemi di popolazioni lontane e di
tradizioni occidentali confluiscono nella “Wax & Stripes
Philosophy”, con la ferma convinzione di perpetrare la cultura
della “non apparenza” e di incontrare il mondo senza mai
negoziare la propria appartenenza.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
Prendono
così il via diverse conversazioni inconsuete che hanno luogo in
un’immaginaria New York degli anni 60: lo spirito del dandy si
mescola ad un’antica consapevolezza della propria storia e si
incontra con civiltà che hanno saputo difendere la propria identità.
Una collezione al tempo stesso esplorativa e narrativa, impegnata a
rivelare cosa può accadere quando un italiano, un burkinabé, un
haitiano e un cubano decidono di perdersi per le strade di Manhattan:
crocevia estetico in cui affluiscono le storie di tradizioni lontane,
senza sovrapporsi, bensì incontrandosi, per uno scambio di opinioni
che invita a non fidarsi unicamente delle apparenze.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
La
moda si scopre dunque quale lasciapassare per nuovi territori: il
rigore sartoriale dei tagli, le linee impeccabili e, ça
va sans dire
,
l’immancabile camicia a righe della tradizione italiana ed europea,
dal taglio sartoriale e dalla vestibilità lievemente slim,
instaurano un avvincente ed inusitato scambio di opinioni con una
Guayabera, la tradizionale camicia cubana boxy a 4 tasche.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Trench
di inconfondibile ispirazione British si alternano a blazer dal
taglio prettamente sartoriale, entrambi in stoffa wax o in tessuto
canvas rigato realizzato a telaio in Burkina Faso, mentre i pantaloni
in stampa wax dalla vita leggermente alta e abbinati a bretelle, sono
tagliati alla caviglia, lasciando intravedere le mille righe colorate
delle calze.

Anche
per la parte beachwear si alternano wax e canvas rigato del Burkina
Faso. I modelli sono declinati in due diverse lunghezze, comodi
bermuda e pantaloncini stile Anni Sessanta con chiusura pantalone.
 
 
Lo
styling si avvale di cappelli artigianali in paglia a tesa larga, per
sottolineare l’ortodosso fascino compatto che s’incontra per le
strade della grande mela; mocassini contemporary retrò e sandali in
pelle colorata effetto metallizzato, unitamente a grandi occhiali
tondi attraverso cui scrutare il mondo, completano i look… anche se
il miglior accessorio rimane sempre un buon libro: ed è così che le
“Novelle Per Un Anno” di Luigi Pirandello diventano il compagno
perfetto per accompagnare i dandies a Manhattan.
 

 

Nell’intento
di evidenziare ancora una volta l’importanza e la ricchezza
intrinseca alla produzione culturale e artigianale dei singoli
popoli, Stella Jean ha scelto di realizzare una parte delle sue
creazioni impiegando tessuti realizzati in Burkina Faso, da gruppi di
tessitrici locali organizzati in cooperative e in aziende individuali
coordinati tutti da un hub centrale, gestito dal programma di moda
etica Ethical Fashion Initiative di ITC, agenzia dell’ONU e
dell’OMC. L’infrastruttura è quella che ITC ha creato in Kenya e
che viene usata per gestire una fabbrica estesa capace di conferire
lavoro e dignità a tutti coloro che vi sono coinvolti. Un’ulteriore
testimonianza di come la moda possa divenire veicolo ed espressione
culturale per un arricchimento al tempo stesso estetico, sociale ed
etico.

Latest

Al Teatro Menotti di Milano la Rassegna ‘Contemporanea 2022’

Contemporanea 2022, dal 18 maggio al 26 giugno, un...

E’ in arrivo il premio cinematografico ‘Vespertilio Awards’

Il Vespertilio Awards è un riconoscimento cinematografico italiano del...

Al Teatro Filodrammatici di Milano ‘Il turista’

Dal 28 aprile al 15 maggio 2022 è in...

Al Teatro Manzoni di Milano Max Angioni in ‘Miracolato’

Il 18 maggio, 31 maggio e 1 giugno 2022...

Newsletter

spot_img

Don't miss

Al Teatro Menotti di Milano la Rassegna ‘Contemporanea 2022’

Contemporanea 2022, dal 18 maggio al 26 giugno, un...

E’ in arrivo il premio cinematografico ‘Vespertilio Awards’

Il Vespertilio Awards è un riconoscimento cinematografico italiano del...

Al Teatro Filodrammatici di Milano ‘Il turista’

Dal 28 aprile al 15 maggio 2022 è in...

Al Teatro Manzoni di Milano Max Angioni in ‘Miracolato’

Il 18 maggio, 31 maggio e 1 giugno 2022...
spot_imgspot_img

Al Teatro Menotti di Milano la Rassegna ‘Contemporanea 2022’

Contemporanea 2022, dal 18 maggio al 26 giugno, un festival dedicato alla creatività giovanile che coinvolgerà diversi linguaggi artistici: teatro, danza, musica, arte visiva,...

E’ in arrivo il premio cinematografico ‘Vespertilio Awards’

Il Vespertilio Awards è un riconoscimento cinematografico italiano del panorama Horror, Giallo, Thriller, Noir, Fantascientifico, Dark Fantasy e Fantastico. È assegnato da Ore D’orrore, 1º...

Al Teatro Filodrammatici di Milano ‘Il turista’

Dal 28 aprile al 15 maggio 2022 è in scena a Milano al Teatro Filodrammatici Il turista, di Bruno Fornasari, che ne cura anche...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: