SIBELIUS E BRAHMS PER IL DECIMO CONCERTO AL TEATRO FILARMONICO DI VERONA

0
1168


Stagione Sinfonica 2014-2015
SABATO 9 MAGGIO ORE 20.30

DOMENICA 10 MAGGIO ORE 17.00
Sabato 9 maggio alle ore 20.30 decimo appuntamento della Stagione Sinfonica 2014-2015 al Teatro Filarmonico con l’Orchestra dell’Arena di Verona diretta dal M° Marcus Bosch.
La serata presenta il Concerto per violino e orchestra op. 47 in re minore di Jean Sibelius, che vede il ritorno sul palco del Filarmonico di Anna Tifu impegnata allo strumento solista, e la Sinfonia n. 2 op. 73 in re maggiore di Johannes Brahms.
Il concerto replica domenica 10 maggio alle ore 17.00.
Il penultimo appuntamento sinfonico della Stagione 2014-2015 al Teatro Filarmonico vede il ritorno del direttore Marcus Bosch alla guida dell’Orchestra dell’Arena di Verona. Primo ascolto della serata il Concerto per violino e orchestra op. 47 in re minore di Sibelius. Amante del violino, al cui studio si era dedicato fin dai quindici anni di età, ancorché abbandonate le ambizioni concertistiche, Sibelius mantiene con l’archetto una confidenza e una predilezione particolari, tanto che nel suo catalogo musicale le uniche composizioni per strumento solista e orchestra risultanotutte destinate al violino. Composto nel 1903, il Concerto per violino presenta alla sua prima esecuzione passaggi talmente difficili per il solista da indurre il musicista a rivedere la partitura, che riscuoterà il meritato successo nella seconda esecuzione del 1905 a Berlino. La composizioneenfatizza molto il ruolo del violino, esprimendo uno spiccato interesse virtuosistico che rimanda alla sensibilità tardo-ottocentesca, sulla scia dei grandi concerti romantici, e a Čajkovskij in particolare. L’orchestra assume quindi una funzione più decorativa che di dialogo con il solista, assecondando così la predominanza del violino, interpretato in questa esecuzione al Teatro Filarmonico dalla virtuosa Anna Tifu, che vedremo impegnata soprattutto nel finale «in unsusseguirsi di doppie note, arpeggi ed effetti virtuosistici che sfruttano magnificamente tutte le possibilità dello strumento» (L. Och). La Tifu si esibirà suonando uno Stradivari “Maréchal Berthier” 1716 ex Napoleone della Fondazione Pro Canale di Milano.
La proposta concertistica presenta come secondo ascolto la Sinfonia n. 2 op. 73 in re maggiore di Brahms. Composta nell’arco di pochi mesi nel 1877, la Seconda Sinfonia è definita da Clara Schumann dal «tono amabile e al tempo stesso genialmente elaborato»: la partitura concilia, infatti, una certa “amabilità” discorsiva ed emotiva con una mirabile profondità di pensiero e con un dominio della materia musicale sapiente ma non ostentato. «Nella Sinfonia in re maggiore si coniugano, con naturalezza forse maggiore che in qualsiasi altra opera di Brahms, l’anima romantica del compositore, ben riconoscibile nello slancio comunicativo, nella tenerezza effusiva che la pervade, e la sua nostalgia del passato, il suo essere, com’ebbe a definirlo Alfred Einstein, “musicista postumo”, venuto alla luce in ritardo rispetto alla luminosa stagione del classicismo viennese di cui continua a tener alto lo spirito» (L. Och).

Biglietti da € 12,00 a € 24,00

Biglietteria di via Dietro Anfiteatro
Via Dietro Anfiteatro 6/b – 37121 Verona
Call center 045 8005151 – www.arena.it
Orari
da lunedì a venerdì​9:00-12:00  ​15:15-17:45
sabato​9:00-12:00
Biglietteria del Teatro Filarmonico
Via dei Mutilati 4/k – 37122 Verona
Tel. 045 8002880 – Fax 045 8013266
Orari
da lunedì a venerdì​12:00-17:45​
sabato​10:00-12:45​
nei giorni di spettacolo​​12:00-fino a inizio spettacolo
sabato​10:00-12:45  ​17:00-fino a inizio spettacolo
domenica​10:00-fino a inizio spettacolo

MARCUS BOSCH
Direttore d’orchestra
Dopo il suo debutto con la Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, all’età di 24 anni, Marcus Bosch,di origine tedesco-brasiliana, decide di intraprendere la carriera di direttore musicale e direttore d’orchestra e collabora con i teatri di Wiesbaden, Saarbrücken e la Philharmonisches Staatsorchester di Halle. Dal 2002 al 2012 è Direttore Musicale Generale ad Aquisgrana, dove avvia con successola sua carriera internazionale. Dal 2011 è Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica di Stato di Norimberga.
Dirige molte delle principali orchestre in Europa, Asia e America, tra cui la Staatskapelle di Dresda, la Munich Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Nazionale del Belgio, l’Orchestra Filarmonica del Lussemburgo, l’Orchestra Nazionale di Lione, l’Orchestre de la Suisse Romande, l’OrchestraSinfonica Nazionale della Rai di Torino, la Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin, la DeutschesSymphonie Orchester Berlin, la MDR Symphony Orchestra, e la Deutsche RadiophilharmonieSaarbrücken- Kaiserslautern. 
Collabora con la Sächsische Staatsoper Dresden, la Komische Oper di Berlino, il Teatro di Basilea, l’Opera di Göteborg e il Teatro Filarmonico di Verona. 
È ospite regolare della Staatsoper di Amburgo, dove dal suo debutto avvenuto nel 2005 con Fideliodi Beethoven, dirige Die Entführung aus dem Serail di Mozart, Der Freischütz di Weber, Falstaff eMacbeth di Verdi, Der Fliegende Holländer di Wagner; grande successo riscuote inoltre dirigendo Der Meister und Margarita di York Höller in occasione dell’inaugurazione della stagione 2013/14.
È impegnato inoltre con numerose prime mondiali, vari appuntamenti alla Biennale di Monaco epresenta il premio “Händel” ad Halle dimostrando un’ampia versatilità d’ingegno. 
Negli ultimi anni sviluppa una vasta discografia, con le registrazioni complete delle sinfonie diBrahms e di Bruckner, e il DVD Die Meistersinger von Nürnberg di Wagner registrato alloStaatstheater di Norimberga; attualmente sta incidendo l’integrale delle Sinfonie di Dvořák conl’Orchestra Filarmonica di Stato di Norimberga.
Dal 2010 è Direttore artistico del festival lirico di Heidenheim, sua città natale, e dell’Orchestra del Festival, Cappella Aquileia.
Al Teatro Filarmonico dirige nelle Stagioni Sinfoniche 2004 e 2005 e, sempre nel 2004, Tristan und Isolde di Wagner.
ANNA TIFU
Violinista
Anna Tifu è considerata dalla critica internazionale tra le interpreti più apprezzate della sua generazione. Debutta a undici anni come solista con l’Orchestra National des Pays de la Loire e a dodici anni alla Scala di Milano con il Concerto n.1 di Max Bruch.
Si diploma appena quindicenne al Conservatorio di Cagliari, prosegue gli studi al prestigioso Curtis Institute di Philadelphia e, successivamente, a Parigi dove ottiene il diploma superiore di concertista; studia con Salvatore Accardo, Stefan Gheorghiu, Aaron Rosand, Pamela Frank e Shmuel Ashkenazi.
Vince numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui, nel 2007, il Concorso Internazionale “George Enescu” di Bucarest aggiudicandosi anche il riconoscimento per la più giovane tra i premiati.
Inizia un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero collaborando con prestigiose orchestre come l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, la Filarmonica George Enescu, la Limburgs Symfonie Orkest di Maastricht, la Münchener Kammerorchester, l’Orchestra da Camera di Praga, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, L’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, i solisti della Israel Philharmonic Orchestra e tante altre.
Collabora con i musicisti Maxim Vengerov, Alexander Romanovsky, Boris Andrianov, Giuseppe Andaloro, Pekka Kuusisto, l’attore statunitense John Malkovich e Andrea Bocelli, con il quale nel 2011 si esibisce in occasione di numerosi concerti in Italia e all’estero.
Nel 2013 viene invitata al Festival George Enescu di Bucarest in qualità di solista insieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e Juraj Valcuha.
La Stagione 2014-2015 la vede impegnata all’inaugurazione della Stagione Sinfonica al Teatro La Fenice di Venezia diretta da Diego Matheuz, alla Sala Verdi di Milano per la Società dei Concerti, al Parco della Musica di Roma per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, al Teatro Lirico di Cagliari, all’inaugurazione del Festival Al Bustan di Beirut, al Festival Aram Khachaturyan di Yerevan e in concerto con Gustavo Dudamel e la Simon Bolivar Orchestra a Caracas.
Suona un violino Stradivari “Marèchal Berthier” 1716 ex Napoleone gentilmente offertodall’Associazione Pro Canale di Milano.
Con Fondazione Arena si esibisce al Teatro Ristori per la Stagione Sinfonica nel 2012 e nel 2013.
Torna per la Stagione Sinfonica 2014-2015 interpretando il Concerto per violino e orchestra in re minore op. 47 di Sibelius al Teatro Filarmonico.