Sabato 1 giugno 2013 – ore 20 Recital del tenore JONAS KAUFMANN

0
774

 
Recital
di Canto 2012~2013
Sabato
1 giugno 2013 ~ ore 20
Tenore
JONAS
KAUFMANN
Pianoforte
HELMUT
DEUTSCH
Franz
Liszt

Vergiftet
sind meine Lieder
,
S 289

Im
Rhein, im schönen Strome
,
S 271/2

Freudvoll
und leidvoll
,
S 280

Es
war ein König in Thule
,
S 278/2

Robert
Schumann
Dichterliebe,
op. 48

1.
Im wunderschönen Monat Mai

2.
Aus meinen Tränen sprießen

3.
Die Rose, die Lilie, die Taube, die Sonne

4.
Wenn ich in deine Augen seh’

5.
Ich will meine Seele tauchen

6.
Im Rhein, im heiligen Strome

7.
Ich grolle nicht

8.
Und wüßten’s
die Blumen, die kleinen

9.
Das ist ein Flöten und Geigen

10.
Hör’ ich das Liedchen klingen

12.
Am leuchtenden Sommermorgen

13.
Ich hab’
im Traum geweinet

14.
Allnächtlich im Traume

15.
Aus alten Märchen

Richard
Wagner

Wesendonck
Lieder

1.
Der Engel

2.
Stehe still!

3.
Im Treibhaus

4.
Schmerzen

5.
Träume

Richard
Strauss

Schlechtes
Wetter,

op. 69 n. 5

Schön
sind, doch kalt die Himmelssterne
,
op. 19 n.3

Befreit,
op. 39 n. 4

Heimliche
Aufforderung
op.
27 n. 3

Morgen
op. 27 n. 4

Cäcilie
op. 27 n. 2


Prezzi:
da 35 a 5,50 euro

Infotel
02 72 00 37 44

JONAS
KAUFMANN

Nato
a Monaco di Baviera, ha studiato canto alla Musikhochschule; ha poi
frequentato le masterclasses
di Hans Hotter, James King e Josef Metternich. Durante gli anni delle
prime esperienze allo Staatstheater di Saarbrücken, ha proseguito la
sua preparazione con Michael Rhodes a Treviri.

Dopo
le prime scritture a Stoccarda, Francoforte, Amburgo e Milano (Così
fan tutte

di Mozart nella regia di Strehler al Piccolo Teatro), nel 2001 ha
esordito all’Opera di Zurigo, da dove è iniziata la sua carriera
internazionale che l’ha portato al Festival di Salisburgo,
all’Opéra di Parigi, al Covent Garden di Londra, alla Deutsche
Oper e alla Staatsoper di Berlino, alla Staatsoper di Vienna, alla
Lyric Opera di Chicago e al Metropolitan. A New York ha debuttato con
straordinario successo nel 2006 con La
traviata
;
altro importante esordio, nel 2011 il ruolo di Siegmund nella
Valchiria
di
Wagner.

Nel
2010 ha debuttato al Festival di Bayreuth come protagonista di
Lohengrin
con
la regia di Hans Neuenfels. Al Teatro alla Scala ha partecipato nel
1999 al Fidelio
di
Beethoven diretto da Riccardo Muti (Jaquino); nel 2007 è stato
Alfredo ne La
traviata

diretta da Lorin Maazel; nel 2009 Don José nella Carmen,
spettacolo inaugurale, diretta da Daniel Barenboim; nel 2011
Cavaradossi in Tosca,
diretta da Omer Meir Wellber; nel 2012 protagonista del Lohengrin
inaugurale. Alla Scala ha tenuto anche alcuni recital.

Richiesto
a livello internazionale come interprete non solo del repertorio
tedesco, ma anche italiano e francese, è stato tra l’altro
protagonista del Werther
di Massenet a Parigi e Vienna, della Tosca
di
Puccini a Londra e New York, del Faust
di Gounod a New York. Nella sua città natale è stato finora Tamino
(Il
flauto magico
di
Mozart), Lohengrin, Don José, Florestan (Fidelio)
e protagonista nel Don
Carlo

di Verdi.

L’estate
del 2012 è stata totalmente dedicata al Festival di Salisburgo: dopo
il suo debutto come Bacchus nella nuova produzione di Arianna
a Nasso

di Richard Strauss, è stato di nuovo Don José in Carmen
con la direzione di Simon Rattle e ha cantato nella Messa
da Requiem

di Verdi diretta da Daniel Barenboim.

Nel
2013 le opere di Verdi e di Wagner sono al centro della sua attività.
Dopo Parsifal
al Metropolitan, ha interpretato due diverse produzioni di Don
Carlo
,
alla Bayerische Staaatsoper di Monaco e al Festival di Salisburgo
nella nuova messa in scena di Peter Stein. Ai Münchner
Opernfestspiele 2013 debutterà il ruolo di Manrico nel Trovatore,
e il prossimo dicembre sarà per la prima volta Don Alvaro nella
Forza
del destino
.

La
sua versatilità è documentata da numerosi cd e dvd: Lohengrin,
Die

Königskinder
di Humperdinck, Tosca,
Adriana
Lecouvreur

di Cilea, Werther
e Carmen.
Più volte è stato scelto come “cantante dell’anno”: dalla
redazione della rivista di settore “Opernwelt”, dalla rivista
classica “Diapason” e da “Musical America”, nonché dalla
giuria di “Echo Klassik”. Nel 2011 a New York gli è stato
conferito il prestigioso “Opera News Award”. Il Ministro francese
della cultura Frédéric Mitterrand l’ha insignito dell’“Ordre
des Arts et Lettres”. Nell’aprile 2013, in occasione dei primi
“International Opera Awards” di Londra, è stato proclamato,
una volta di più, “cantante
dell’anno”; sempre a Londra ha vinto il “Readers’ Award”.

Raccoglie
consensi entusiastici anche come interprete di Lieder, genere che lui
stesso considera “la classe regale del canto”. La sua
collaborazione con il pianista Helmut Deutsch, col quale lavora fin
dall’epoca dei suoi studi a Monaco, è testimoniata sia da
incisioni sia da numerosi concerti, incluso il recital del 30 ottobre
2011 al Metropolitan di New York, primo recital liederistico dopo
quello di Luciano Pavarotti del 1994.