A Roma CLARA GEBBIA “369 GRADI FAMIGLIA UMANA” seminario di teatro ed elementi di canto polifonico per attori e cantanti. Alle Carrozzerie N.O.T. dal 20 al 26 gennaio

0
785

Cari Amici, mi sento in dovere di segnalarvi questo laboratorio condotto da Clara Gebbia, un artista sensibile, ironica e piena di creatività,  supportata da una solida preparazione.

Famiglia Umana è immaginato come il primo appuntamento di un ciclo di laboratori che hanno come nucleo centrale le narrazioni orali familiari di ciascuno dei partecipanti.

Questa memoria orale è intesa non in senso psicanalitico, ma come un’epica familiare su cui costruire una narrazione collettiva, una famiglia-mondo a partire dalle storie di ciascuno, dall’aneddotica tragica o comica di cui tutti siamo portatori sani e insani.

Sullo sfondo di queste narrazioni, che dipingono abitanti irripetibili di microcosmi complessi, la Storia, o meglio alcuni eventi storici che segnano il tempo in cui viviamo, e il Rito (nascite, unioni, morti) che fanno da contraltare all’andamento ciclico del quotidiano e lo interrompono con movimenti a volte bruschi, solenni, dolorosi, festosi, ma sempre collettivi.

Il punto di partenza del laboratorio sarà ascoltare un canto rituale polifonico, distinguerne le diverse voci, cantarlo, affacciarsi rispettosamente sulla soglia di quel vastissimo territorio che è il canto di tradizione orale, alla sua etica ed estetica, che è ciò di cui si nutre il lavoro che Clara Gebbia conduce con la Compagnia Umane Risorse.

Da qui si partirà per un viaggio alla scoperta di come e quando il teatro può incontrare il canto e di cosa significa costruire un rito in scena: il divenire della storia familiare dà l’occasione per toccare con mano la potenza dei riti del mondo contemporaneo, di cui poco ci accorgiamo, impegnati nell’intreccio del quotidiano e della la loro capacità di pensarci ancora società, di vivere spazi, tempi e gesti collettivi.

Questo laboratorio vuole essere  l’incontro tra un gruppo umano e una figura di regista-antropologo, il cui compito è disporre con cura i segni dell’alfabeto comune che il gruppo crea insieme durante il percorso.

Come strumento per l’indagine antropologica e teatrale, il raccontarsi reciprocamente, attraverso le storie di vita di ciascuno in relazione ad alcuni eventi della Storia, secondo il paradigma della storia orale,  intesa come narrazione dal basso, non egemone né convenzionale, ma non per questo meno importante.

cws2uspxaaa1uvd

CHI E’ CLARA GEBBIA?

lavora da sempre in ambito teatrale, all’interno del quale ha seguito un duplice percorso: registico e organizzativo/produttivo.
Come organizzatrice ha lavorato presso importanti istituzioni teatrali italiane, pubbliche e private: a Milano presso il Festival Teatri90, a Roma presso l’ ETI – Ente Teatrale Italiano e il CTE – Centro Teatro Educazione, e a Napoli al Teatro Stabile Mercadante. Dal 2012 al 2015 ha lavorato con Pav, società romana che si occupa di eventi culturali (ideazione, progettazione, realizzazione, consulenza).
Come produttrice ha realizzato/distribuito con l’associazione Teatro Iaia vari spettacoli: “Eva Peron” di Copi, con Iaia Forte, regia di Pappi Corsicato (coproduzione Teatro Mercadante), “Molly B.” da J. Joyce, con I Forte, regia Carlo Cecchi, “Corpo Celeste” di A. Ortese con I. Forte, “Enea e Didone” con I. Forte, T. Ragno
Come regista, ha diretto tra gli altri i seguenti spettacoli, sempre prodotti da Teatro Iaia: “Il Rosario”, (con Enrico Roccaforte) da F. De Roberto,“Erodiade” di G. Testori con Iaia Forte (co-regia insieme a Iaia Forte), , “Il ritorno di Euridice”con Donatella Finocchiaro, “The Mousetrap”, una riscrittura tra A. Christie e E. lonesco, testo e regia di Clara Gebbia, Teatro Biondo Stabile di Palermo. Nel 2013 dirige insieme a Enrico Roccaforte ‘Paranza’ tra gli spettacoli vincitori della III edizione di Teatri del Sacro.
Dal 2004 è allieva di Giovanna Marini per il laboratorio “Estetica del Canto Contadino”della Scuola Popolare di Musica di Testaccio. Fa parte del Coro della Scuola di Testaccio diretto da Giovanna Marini. Con Giovanna Marini ha realizzato i seguenti progetti: “Giovanna Marini, dalla campagna alla città” (concerti e laboratori con Giovanna Marini e il Quartetto Vocale) produzione AXA – Artisti per Alcamo, “Tragos Oedia”, musiche composte da Giovanna Marini, con Coro Arcanto di Bologna per il Festival Magna Grecia Teatro.

Per partecipare inviare c.v. e breve lettera motivazionale entro e non oltre il 10 gennaio 2016

http://www.carrozzerienot.com/claragebbia

CARROZZERIE N.O.T

Via P.Castaldi 28/a

00153 Roma

-Ponte Testaccio-

mobile +39 347-1891714

mail carrozzerienot@gmail.com