“Mozart e Salieri” in scena all’OutOff di Milano

0
718

Dal 18 febbraio all’8 marzo in prima nazionale al
teatro OutOff a Milano lo spettacolo “Mozart e Salieri”, drammaturgia di
Alberto Oliva e Mino Manni, tratto da Aleksandr Puskin. Alberto Oliva ne cura
anche la regia, mentre Mino Manni lo interpreta al fianco di Davide Lorenzo
Palla.
A
partire dal breve, ma potentissimo testo di Aleksandr Puskin, da cui Peter
Shaffer e Milos Forman hanno tratto nel 1984 il film ‘Amadeus’, lo spettacolo
propone una discesa negli inferi della mediocrità, dell’ambizione artistica
tarpata dal senso di inferiorità. Sposando la tesi puskiniana
dell’avvelenamento da parte di Antonio Salieri, il testo incontra suggestioni
originali e altre fonti letterarie, fra cui Il
Soccombente
di Thomas Bernhard, le lettere di Mozart e i libretti delle sue
opere, in particolare Il Flauto Magico,
con tutti i misteri che gravitano attorno alle sue influenze massoniche, ma soprattutto
Dostoevskij con il suo Grande Inquisitore.
Antonio
Salieri è una figura straordinaria, musicista di fama mondiale in vita, avrebbe
potuto godersi gli onori e la fama che certo non mancavano al compositore
ufficiale di corte. Capita, però, che negli stessi anni della sua maturità,
compaia nel mondo l’astro nascente di Wolfgang Amadeus Mozart, il più grande di
tutti i tempi. Il dramma di Salieri è quello di avere avuto abbastanza talento
per riconoscere la genialità assoluta e inarrivabile di Mozart, ma non
abbastanza talento per saperla superare. Il suo non è il destino degli “stupidi
di successo”, che si godono la notorietà che riescono a ottenere. Purtroppo per
lui, Salieri sapeva di non essere Mozart. Purtroppo per Mozart, non è riuscito
a resistere alla tentazione di eliminarlo, almeno secondo la versione che della
storia ci propone Puskin.

Un duello a colpi di
musica, mentre il fuoco della passione brucia insieme al fuoco dell’invidia.
In occasione dello spettacolo si svolgono, prima dello spettacolo, dei brevi incontri introduttivi rivolti al
pubblico con esperti, docenti e musicisti:

-Mercoledì 18
febbraio, Fausto Malcovati,
docente di lingua e letteratura russa all’Università di Milano

-Mercoledì 25
febbraio, Ambrogio Borsani,
“Scrittore, docente universitario, viaggiatore” 
-Giovedì 26 febbraio, Riccardo Ceni, Musicologo,
compositore, direttore d’orchestra
-Sabato 28 febbraio – h
19.30 (spettacolo a seguire) Così san
tutti! – Cabaret Mozartiano con: Gianfilippo
Maria Falsina, Andrea Cazzato
e il M° Brando Riccardo Spedicato, realizzato
da Convivio d’Arte
-Mercoledì 4 marzo, incontro
con Giulia Accornero,
Musicologa
-Sabato 7 marzo, incontro
con Ivan Bert e G.U.P. – Musica
dal vivo

Gli interpreti e il regista 

Il trailer dello spettacolo: https://www.youtube.com/watch?v=jDy0313ldIM (R.B.)