Macao, futuro centro per le arti a Milano

0
663

Sabato
5 maggio i lavoratori e le lavoratrici dell’arte, dello spettacolo e
della cultura sono entrati nella torre Galfa per aprire Macao, il
nuovo centro per le arti e la cultura a Milano.
La
torre Galfa, di proprietà del gruppo Fondiaria Sai, di cui il
presidente onorario è Ligresti, è uno storico grattacielo nel
centro direzionale di Milano, abbandonato da più di quindici anni.
L’apertura
di Macao ha coinvolto in modo straordinario e trasversale migliaia di
persone, che stanno lavorando senza sosta per rendere questo spazio
vivibile e visibile.
Questo
processo di partecipazione rappresenta una nuova prospettiva di fare
e ripensare la cultura.
Le
minacce di sgombero sono pesanti e imminenti.
Il
premio nobel per la letteratura Dario Fo ha fatto visita a Macao e ha
dichiarato: «Ci
sono voluti 45 anni per vedere un’altra Palazzina Liberty, ma
finalmente qualcosa di straordinario è accaduto. Vorrei avere
duecento mani per applaudirvi!». Rispondendo a una ragazza che
chiedeva quali siano i reali obiettivi di Macao, Fo ha detto la sua:
«Stare insieme e lavorare per fare qualcosa che serva a tutti, è
già un momento altissimo; significa uscire dalla mediocrità, dallo
svuotamento che vedo tutti i giorni per le strade, negli occhi delle
persone che non sanno più cosa vuol dire scegliere la propria vita».
Il
sito di Macao: http://www.macao.mi.it/ (R.B.)
La torre Galfa

Lavori in corso

Dario Fo in visita a Macao