Iniziate in Salento le riprese di “Sulla giostra”

0
305

Nella splendida cornice salentina di Alessano (LE) e dintorni sono iniziate le ripresedi “Sulla giostra”, il nuovo film di Giorgia Cecere con Claudia Gerini e Lucia Sardo e con Alessio Vassallo e la partecipazione straordinaria di Paolo Sassanelli, prodotto da Anele con Rai Cinema e in associazione con Notorious Pictures e Luigi de Vecchi – con il sostegno di Apulia Film Commission – distribuzione Notorious Pictures.

Due donne profondamente diverse, due generazioni a confronto che si ritrovano dopo anni in una vecchia ed elegante casa di campagna nel profondo Salento e che giorno dopo giorno, senza quasi rendersene conto, trasformano questo accidentale incontro nel punto di partenza per una nuova, inattesa vita. 4 settimane di set per una commedia al femminile, dai toni ironici e leggeri, sull’accettazione del proprio destino e di quella “giostra” chiamata vita. 

Irene (Claudia Gerini) è una donna bella e di successo, che dopo gli studi ha abbandonato la campagna salentina per trasferirsi nella capitale, dove ha avviato una casa di produzione. Una vita sempre di corsa, tra tanto lavoro, un figlio adolescente e un ex marito assente, Filippo (Paolo Sassanelli), finché, in un momento di difficoltà economica, non sarà costretta a tornare in quel paesino che le è sempre stato stretto e a confrontarsi con un passato e una dimensione arcaica che ormai non le appartiene più. 

Non sarà semplice per Irene tornare a prendere possesso della villa di famiglia, perché l’anziana governante senza marito e figli, Ada (Lucia Sardo), si rifiuta di lasciare quella che sente come casa sua dopo anni di cura e lavoro. A rivoluzionare la vita di Irene sarà anche l’incontro con Gianni (Alessio Vassallo), agente immobiliare che si occupa della vendita della casa e uomo semplice che apprezza le piccole cose della vita e che porterà Irene a recuperare il senso delle sue radici con il tono leggero dell’ironia.

Il film racconta il viaggio di formazione di Irene e di (ri)scoperta di se stessa: giorno dopo giorno, grazie allo scontro e al confronto con Ada, questa donna così determinata e concentrata sui suoi obiettivi sceglierà di salire anche lei sulla ‘giostra’ dell’anziana governante, quella dell’accettazione dei giochi del destino e di saperne sorridere. Si ritroverà così più forte e allo stesso tempo anche più tenera e, soprattutto, più libera”. Così la regista e sceneggiatrice Giorgia Cecere, già allieva e pupilla di Gianni Amelio, che da regista ha firmato “Il primo incarico” (2010), “In un posto bellissimo” (2015) e da sceneggiatrice “Il ladro di bambini” (di Gianni Amelio, 1992), “Sangue vivo” (2000, primo premio a San Sebastian), “Il miracolo” (di Edoardo Winspeare, 2003, in concorso al Festival di Venezia). (R.B.)