HYSTRIO: è uscito il numero 1 di gennaio-marzo 2021

0
344

Si intitola Dante in scena il Dossier di Hystrio 1.2021.  

700° anniversario della morte del Poeta: gli approcci, nei secoli, del mondo dello spettacolo all’immaginario dantesco, soprattutto de La Divina Commedia, tra recitazione/interpretazione dei canti, drammaturgie – anche per musica e cinema – su personaggi ed episodi del poema e tentativi, per lo più moderni, di reinventarne il mondo lirico e fantastico e il messaggio umano attraverso una scrittura scenica libera e originale. Un “inseguimento” sempre difficile, nonostante la potente teatralità delle tre cantiche (a cura di Marco Menini, Roberto Rizzente e Francesco Tei, con interventi di Mariangela Gualtieri, Giuseppe Liotta, Laura Caretti, Roberto Canziani, Jan Fabre, Federico Tiezzi, Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Irina Wolf, Federico Bellini, Sandro Avanzo, Mario Bianchi, Giuseppe Montemagno, Roberto Fratini Serafide, Enrico Castellani, Massimiliano Civica, Pippo Delbono, Valter Malosti, Armando Punzo, Carmelo Rifici, Virgilio Sieni, Serena Sinigaglia e Renzo Francabandera).

Il numero si apre con un aggiornamento sulla situazione dei lavoratori dello spettacolo al tempo del covid: provvedimenti, aiuti, proposte dei lavoratori e delle associazioni di settore per ripensare il teatro del futuro, le iniziative europee e le idee per un teatro “online” (di Valeria Brizzi, Arianna Lomolino e Ilaria Angelone).

La sezione Vetrina prosegue con un ritratto di Tonino Taiuti e i focus sul teatro in Sardegna, Teatro Due di Parma, La Corte Ospitale e il progetto Forever Young, le Sacre du Printemps, Picitti Stories un progetto di incontro tra artisti e cittadini di Acri, il cunto e le nuove possibili ibridazioni, Zona K a Milano (di Rossella Porcheddu, Alessandro Toppi, Laura Bevione, Rossella Battisti, Matteo Brighenti, Lorenzo Conti, Filippa Ilardo ed Elena Scolari).

Le corrispondenze dal mondo ci portano, per questo numero, a Lugano, Vienna, Londra, New York, Siria e Israele (di Francesca Serrazanetti, Irina Wolf, Jacopo Panizza, Laura Caparrotti, Monica Ruocco e Pino Tierno).

Per i Protagonisti della Giovane Scena, Ira Rubini traccia un profilo di Teatro dei Gordi. Mentre per teatro ragazzi e teatro di figura, Mario Bianchi ci accompagna per i principali appuntamenti che si sono svolti in autunno, dal vivo e sulla rete.

Il testo pubblicato è Dentro. Una storia vera, se volete, di Giuliana Musso, che ha debuttato alla Biennale Teatro di Venezia 2020.

Completano il numero le rubriche dedicate alle critiche dai principali festival estivi, ai Libri e la Società Teatrale.

La copertina e l’immagine di apertura del dossier sono state disegnate appositamente per Hystrio da Mattia Basso e Miriam Lietti, due giovani allievi della Civica Scuola Arte e Messaggio del Comune di Milano, nell’ambito del progetto di avvicinamento al lavoro in collaborazione con Hystrio. 

A Hystrio ci si può abbonare anche online sia in formato cartaceo sia in formato pdf! Hystrio è in vendita nelle librerie specializzate, universitarie e Feltrinelli (per i punti vendita consulta il sito www.hystrio.it) al costo di € 12. La versione pdf del numero è scaricabile al costo di € 5 consultabile da pc o tablet .

Abbonamento: € 40 annuali per l’abbonamento cartaceo e € 20 per l’abbonamento in versione pdf, da versare tramite bollettino o bonifico sul conto corrente postale n. 40692204 (Iban: IT66Z0760101600000040692204), intestato a Hystrio-Associazione per la diffusione della cultura teatrale, via Olona 17, 20123 Milano, oppure con pagamento online sul sito www.hystrio.it

Per informazioni tel. 02.40073256, fax 02.45409483, segreteria@hystrio.itwww.hystrio.it (R.B.)