Esce ‘In viaggio con Jacqueline’, dai produttori di ‘Quasi amici’

0
957

Nelle sale italiane, distribuito da Teodora Film, arriva il film francese ‘In viaggio con Jacqueline’, in originale ‘La vache’, regia di Mohamed Hamidi, con Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze.

SINOSSI: Fatah, contadino di un piccolo paese algerino, non ha occhi che per la sua mucca Jacqueline, che da anni sogna di far partecipare al Salone dell’Agricoltura di Parigi. Quando finalmente arriva l’invito tanto desiderato, Fatah parte in traghetto alla volta di Marsiglia, per poi attraversare la Francia a piedi insieme a Jacqueline: sarà l’occasione per un’avventura fatta di incontri sorprendenti, imprevisti e nuove amicizie. Dai produttori di Quasi amici, un road movie esilarante e commovente, con un protagonista irresistibile il cui entusiasmo ha contagiato in Francia più di 1.300.000 spettatori.

Spesso, durante la stesura della sceneggiatura – afferma il regista Mohamed Hamidi – mi è stato detto che ero troppo naïf o che mi stavo concentrando troppo sui buoni sentimenti. In ogni caso, ho voluto mantenere questo approccio fino alla fine. Come nelle Lettere persiane di Montesquieu, quando qualcuno dotato delle migliori intenzioni e di un atteggiamento positivo arriva in un ambiente non familiare, raccoglie quello che semina. Volevo che Fatah incontrasse persone di mentalità aperta con cui fosse possibile uno scambio di punti di vista. Con una sorta di grazia, semplicità, gentilezza e mancanza di pregiudizi, questo personaggio è capace di dire qualsiasi cosa. E la gente lo adora per questo“.

I protagonisti del film: la mucca Jacqueline, Lambert Wilson, Jamel Debbouze e Fatsah Bouyahmed

Lambert Wilson, che interpreta Philippe, uno degli amici che Fatah incontra nel suo viaggio, ha studiato recitazione a Londra e ha esordito sul palcoscenico in alcuni allestimenti del padre Georges Wilson al Festival di Avignone. Ha debuttato al cinema con un piccolo ruolo in ‘Giulia’ (1977), a cui sono seguiti moltissimi ruoli in film francesi, diretto da registi come Téchiné, Chabrol, Zulawski, ma anche in produzioni internazionali come ‘Jefferson in Paris’, ‘Il ventre dell’architetto’ e Matrix. La consacrazione è arrivata con ‘Uomini di Dio’ (2010), film che ha vinto il Gran Premio della Giuria a Cannes. Recentemente lo abbiamo visto in ‘Moliere in bicicletta’ e in due film italiani: ‘Assolo’, di Laura Morante e ‘Le confessioni’ di Roberto Andò.

Il trailer del film: https://www.youtube.com/watch?v=CZqK2gx_Wnc (R.B.)