Dopo la Palma d’Oro a Cannes “Amour” sbanca agli Oscar Europei

0
451

Dopo aver ottenuto il massimo
riconoscimento al Festival di Cannes 2012 il film “Amour”, del regista
austriaco Michael Haneke, ha ottenuto i quattro premi principali agli European
Film Academy, assegnati come ogni anno da 2700 cineasti europei.
Oltre al premio come miglior film
europeo infatti “Amour” si è aggiudicato il premio al miglior regista (Michael
Haneke), miglior attore (Jean-Louis Trintignant) e miglior attrice (Emmanuelle
Riva).
Il film racconta la storia di una
coppia di ottantenni, entrambi insegnanti di musica in pensione. Loro figlia
(Isabelle Huppert), anche lei musicista, vive lontano. Un giorno la moglie viene
colpita da un ictus, che la paralizza. Da quel giorno la loro vita cambierà
completamente.
Michael Haneke si è fatto
conoscere con “Funny games” (1997), di cui dieci anni dopo ha realizzato anche
un remake americano, con Naomi Watts, Tim Roth e Michael Pitt. I suoi film più
conosciuti sono “La pianista”, con Isabelle Huppert, “Niente da nascondere”,
con Daniel Auteuil e Juliette Binoche e “Il nastro bianco”.
Jean-Louis Trintignant, attivo al
cinema dagli anni ’50, si è fatto apprezzare anche in Italia con film come “Il
sorpasso” (1962), di Dino Risi e “Il conformista” (1970), di Bernardo
Bertolucci. Il suo più grande successo internazionale resta “Un uomo, una
donna”, (1966), di Claude Lelouch.
Emmanuelle Riva si è fatto
conoscere in tutto il mondo nel 1959 con “Hiroshima mon amour” di Alain
Resnais. Tre anni dopo vincerà la Coppa Volpi a Venezia come miglior attrice
per “Il delitto di Therese Dusqueyroux” di Georges Franju.
Tra gli altri premi quelli alla
fotografia e al montaggio sono andati a “Shame” e quelli alla scenografia e le
musiche a “La talpa”.

Il premio alla carriera è andato a Bernardo Bertolucci
e quello del contributo europeo al cinema mondiale a Helen Mirren. 

Tra i
candidati c’era anche “Cesare deve morire”, dei fratelli Taviani, nominato come
miglior film, miglior regia e montaggio. (R.B.)