Domenica 26 luglio 2020 (ore 21) al Teatro Argentina “Maggio ‘43” di e con Davide Enia

0
134

La Stagione estiva 2020 del Teatro di Roma, VERSO IL RITORNO, invita ancora una volta il pubblico nella platea del Teatro Argentina, domenica 26 luglio (ore 21, posto unico 5), con un altro dei protagonisti delle passate stagioni, Davide Enia, che riporta in scena il suo lavoro Maggio ‘43, una drammaturgia che scompone, intreccia e rielabora le testimonianze del massacro di Palermo il 9 maggio ’43.

L’affabulatore siciliano, accompagnato dalla musica di Giulio Barocchieri, torna a raccontare l’anno cruciale per Palermo e la sua gente, quando la città subì un numero crescente di bombardamenti da parte degli Alleati, che stavano preparando lo sbarco sulle coste siciliane. Il 9 maggio 1943 Palermo viene colpita violentemente e, in meno di venti minuti, fu distrutto gran parte del centro storico con oltre 1.500 vittime.

In Maggio ‘43, spettacolo per voce e musica, Davide Enia raccoglie le testimonianze di alcune persone che subirono quei giorni, uscendone miracolosamente illese, per incastonarle in un’unica grande storia. In questa stagione estiva straordinaria, attraverso l’interpretazione di Enia e la musica di Barocchieri, le voci dei palermitani tornano a vivere in scena e ci riportano a un tempo malato e bugiardo, cinico e baro, fatto di atrocità e la lotta per la sopravvivenza, che, in qualche modo, ci parla ancora di noi e del nostro presente. Erano tempi cupi, in cui necessario era ingegnarsi per riuscire a rimanere vivi. Tempi atroci, in cui la morte cadeva inattesa dall’alto o dal basso dei mercati neri, che stritolavano con prezzi schizzati alle stelle. Tempi bui, che somigliano tragicamente ai nostri.

“Cos’è la notte quando tanto arriva sempre l’urlo della sirena d’allarme per i bombardamenti notturni? Cos’è che non ce la faccio più a mangiare sempre pane nero e allora cerco di pescare le anguille? – riflette Davide Enia – Cos’è strisciare contro i muri per non farsi vedere dalla milizia fascista? Cos’è cercare l’amuchina al mercato nero? Cos’è che mi servono 1800 lire per le medicine e non so come recuperarle? Cos’è vedere il massacro di Palermo il 9 maggio ’43 e camminarci dentro e non ci sono più le case e nemmeno le strade e non si vede niente che c’è polvere e fumo dappertutto ma comunque quello che vedi nemmanco si riconosce?”.

Davide Enia (Palermo 1974) è attore, regista e autore teatrale pluripremiato. Tradotto in 7 lingue, ha pubblicato i testi dei suoi spettacoli Italia-Brasile 3 a 2, Maggio 43 e SCANNA nel volume Teatro edito da UBULIBRI. Per Radio Rai2 nel gennaio 2006 scrive e interpreta Rembò, diventato un libro pubblicato da FANDANGO, e nel febbraio 2007 Diciassette anni. Una sentimentale biografia metropolitana. Si dedica anche alla regia lirica, con l’opera incompiuta di Mozart L’oca del Cairo nell’aprile 2017. Tra le sue ultime opere, il libro Appunti per un naufragio (Sellerio 2017, Premio Mondello 2018) e l’opera teatrale L’abisso, con la quale vince il Premio Ubu 2019 per il “migliore nuovo testo italiano o scrittura drammaturgica”.

Giulio Barucchieri è unmusicista palermitano, diplomato in chitarra Pop Fusion nel 2003 presso il Centro Professione Musica di Milano con il massimo dei voti e la lode. Dal 2003 al 2006 è stato il chitarrista dei Beati Paoli che hanno avuto collaborazioni con Lucio Dalla e Claudio Baglioni. Dal 2004 ad oggi e in tournée con Davide Enia per il quale ha composto le musiche di tutti gli spettacoli. Si è laureato in chitarra jazz presso il Conservatorio di Palermo nel 2014 conseguendo la valutazione di 110/110. 

Biglietti: posto unico 5€

TEATRO DI ROMA _ Largo di Torre Argentina, Roma _ www.teatrodiroma.net

Vendita e acquisto online dei biglietti sul portale vivaticket.com

Facebook: @teatroargentinaroma @teatroindia @teatrovillatorlonia

Instagram: teatrodiroma _ YouTube: Teatro di Roma _ Sito web: www.teatrodiroma.net