“DIDONE” di Giuseppe Manfridi con Marina Guadagno e Fabrizio Pucci dal 17 novembre a Stanze Segrete.

0
1616

Nel piccolo teatro salotto “Stanze Segrete” nel cuore di Trastevere a Roma da martedì 17 novembre andrà in scena  l’avvincente storia di Didone narrata in versi da Giuseppe Manfridi, interpretata da Marina Guadagno e Fabrizio Pucci che ne cura anche la regia.Ci troviamo di fronte all’originale rivisitazione di una fra le più belle pagine della letteratura latina, attraverso la trasformazione di un dramma antico in un dramma eterno, per molti versi contemporaneo: quante donne belle, piene di talento e di valore, si sono perse seguendo uomini che le hanno condotte alla rovina?     L’amore di Didone ed Enea in questo allestimento  è pensato negli anni ’30-’40, con musiche e costumi dell’epoca che  straniandoci dal periodo classico, ci fanno attraversare la storia, l’attualità e anche un po’ noi stessi.

Didone_Marina Guadagno4

 

Ovidio, già vecchio, evoca Didone, la regina fenicia che aveva giurato di non innamorarsi più dopo la morte del marito Sicheo e che invece si lascia bruciare dalla passione per Enea fino a suicidarsi con la sua spada dopo la partenza dell’eroe troiano. Ovidio crede di trovare in lei un’ispirazione, ma inconsapevolmente compie un atto di stregoneria: Didone gli rivelerà di non essere stata evocata, ma raggiunta. Dove sta avvenendo il loro colloquio? Nell’oltremondo? E colui che domanda, perché si trova lì?

Didone_Marina Guadagno e Fabrizio Pucci

Tra intensità tragiche e repentini slanci di frivolezza, Didone ripercorrerà il filo della sua rovinosa storia d’amore con Enea, illuminandola però di una luce nuova. Adesso lei è un nume luminoso che ha accesso a segreti che per il poeta Ovidio sono un mistero, ma contemporaneamente resta una donna palpitante e innamorata che ha barattato la propria vita con un ruolo tragico e marginale nel destino di un grande condottiero.

 

 

Dal 17 al 29 novembre

Stanze Segrete – Via della Penitenza n. 3 – Roma – (Trastevere)