Dall’8 al 10 marzo la IV edizione del La Spezia Film Festival

0
390

Il La Spezia Film Festival, che nasce nel 2015 da un’idea di Daniele Ceccarini e Paola Settimini con l’obiettivo di creare un evento valorizzi il territorio unendo l’aspetto di ricerca artistica e quello dell’attenzione verso i gusti del pubblico, nel 2019 giunge alla sua IV edizione, forte di un’ottima presenza di pubblico e partecipazione. Il festival, che l’anno scorso si è arricchito del prestigioso patrocinio della RAI “quale riconoscimento al valore culturale e sociale della manifestazione”, si svolgerà nuovamente in 3 giorni, dall’8 al 10 marzo 2019.

L’edizione dello scorso anno

La giornata di apertura, venerdì, sarà come di consueto dedicata alla cinematografia straniera e quest’anno il Paese sarà la Svizzera e l’ospite d’onore il regista svizzero Pierre Maliard che alle 21 al Cinema Il Nuovo introdurrà la proiezione del suo film Campo Europa girato tra il Villaggio Europa di Corniglia, Riomaggiore e La Spezia e selezionato nel 1984 al Festival di Locarno.  

Una novità importante della quarta edizione è l’introduzione di una sezione specifica – non competitiva – dedicata ai film realizzati dai ragazzi delle scuole superiori della provincia che il venerdì mattina si svolgerà al Teatro-Cinema Palmaria sotto la guida del professor Moretti. Il festival vuole infatti dedicare uno spazio alla creatività dei giovani al fine di stimolare, attraverso la realizzazione di uno o più cortometraggi, un confronto diretto tra studenti appartenenti a diverse scuole del nostro territorio (licei, istituti tecnici e professionali) dando loro la possibilità di esprimersi con il potente linguaggio delle immagini nell’ambito di una manifestazione dedicata al cinema e offrendo al tempo stesso ai ragazzi la speciale opportunità di proiettare i loro lavori insieme ai propri coetanei. Il logo di questa edizione del festival è stato disegnato dagli studenti dell’Istituto diIstruzione Secondaria Superiore “EINAUDI CHIODO”. 

La seconda giornata, sabato, sarà dedicata come nelle edizioni precedenti ad un maestro del cinema italiano. Nel 2018 il premio La Vela dei Sogni è stato assegnato al regista Gianni AmelioL’ospite di questa edizione sarà l’attore, mimo, regista e sceneggiatore Maurizio Nichetti, che presso la Mediateca Regionale Sergio Fregoso alle 21 incontrerà il pubblico e introdurrà la proiezione del film che nel 1979 l’ha portato al successo: Ratataplan. Un’occasione importante per celebrare i quarant’anni dal successo di questo film, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e definito “uno straordinario slapstick muto ambientato in mondi emarginati milanesi”, che girato in assoluta economia di mezzi per l’epoca ebbe un grandissimo successo di pubblico e di critica. Un esempio di come si possa far cinema di grande qualità quando si hanno buone idee dove Nichetti interpreta un personaggio tra Totò e Charlot che affida tutta la sua comunicazione alla mimica.

Maurizio Nichetti

Nella terza giornata, domenica, si svolgerà la rassegna dei cortometraggi con la proiezione dei 10 finalisti e la premiazione degli autori alla Mediateca Regionale Ligure Sergio Fregoso dalle 17. I premi assegnati saranno: miglior regia, miglior fotografia, miglior attore, miglior attrice, miglior sceneggiatura, miglior corto in assoluto, Premio della Stampa (assegnato da una giuria apposita composta da giornalisti collaboratori di testate italiane e straniere) e il Premio Diari di Cineclub, periodico di cultura e informazione cinematografica, partner del Festival. 

I 10 corti finalisti: 

U muschittìeri di Vito Palumbo, 

Non è una bufala di Nicolò Gentili e Ignazio Paurici 

Kolossal di Antonio Andrisani 

Ainhoa di Ivan Sainz-Pardo 

Per sempre di Alessio Di Cosimo 

Fauve di Jeremy Comte 

Mama di Eduarzo Vieitez 

El Atraco di Algonso Dìaz 

Happy Ending di Fernando Gonzales Gomez  (R.B.)