Dal 29 marzo “COSTANO CARI GLI DEI” scritto e diretto da Giampiero Cicciò con Marco Rea al Teatro Stanze Segrete

0
599

Al Teatro Stanze Segrete di Trastevere, dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto dal suo recente spettacolo “Lei e lei”, dal 29 marzo al 3 aprile 2016 torna a Roma Giampiero Cicciò con l’atteso “Costano cari gli dei” del quale è autore e regista. In scena Marco Rea, attore e danzatore noto per essere uno dei più apprezzati ballerini italiani di Tip-Tap.

Un uomo affaccendato forse vivo o forse no, si trucca, si strucca, fa ginnastica, danza in un luogo indefinito ma stracolmo di preziosi oggetti riconoscibili.
Il suo sudore e la sua nudità, la sua fatica e la sua carnalità, sembrano tentativi di dar vita a una vita ormai sfinita, stracolma di ricordi che, rievocati in un inarrestabile crescendo, diventano fessure dalle quali si intravedono la sua anima e la sua storia.


- Marco Rea in Costano cari gli dei - Scritto e diretto da Giampiero Cicciò - Foto piccola
Una marchetta spaccona o forse un lord Alfred Douglas di borgata con un Oscar Wilde come chiodo fisso nella sua coscienza sporca.

Fin da adolescente consapevole di piacere, il suo mestiere è dar piacere.
Uomini di genio e danarosi i compratori di quel corpo la cui anima inesplorabile intrappola come una gogna. Costa caro quest’uomo. Il carcere, la follia… 

O, per i più fortunati, un milione di dollari in pietre preziose e 30 automobili, tra Cadillac e Rolls-Royce, come quelle regalate da Wladziu Valentino Liberace al giovane Scott Thorson. E la sua lotta adesso è contro l’età che avanza. Un combattimento perso in partenza malgrado l’ostinazione, l’ossessione di restare giovane per sempre. 

Come un morto affaccendato nella sua palestra.

 

 fb falabella
Teatro Stanze Segrete, Roma
Via della Penitenza 3 (Trastevere)
 
Dal 29 marzo al 3 aprile 2016
(Da martedì a sabato ore 21, domenica ore 19)