“Buongiorno papà”, di Edoardo Leo, con Raoul Bova

0
771

Esce il 14 marzo nelle sale di tutta Italia il
nuovo film di Edoardo Leo, che ne è anche interprete insieme a Raoul Bova,
Marco Giallini e Nicole Grimaudo.

Il film racconta di Andrea, un single alla soglia
dei quarant’anni, bello, sempre alla ricerca di avventure, che ha una avviata
carriera in un’agenzia che si occupa di product placement cinematografico. La
sua vita cambia il giorno in cui scopre di avere una figlia adolescente, che si
installa a casa sua insieme al nonno, chitarrista rock.
Il film è una divertente commedia con attori molto
bravi, da Raoul Bova, nel ruolo del bello e superficiale, che sarà costretto a
maturare e ad accettare il fatto di non essere più un ragazzino, a Marco
Giallini, rockettaro cinquantenne, a Edoardo Leo, nel ruolo dell’amico
d’infanzia di Bova. Accanto a loro Nicole Grimaudo è la professoressa della
figlia ritrovata, interpretata con freschezza e bravura dalla giovanissima
Rosabell Laurenti-Sellers, vista di recente ne “Gli equilibristi”, nel ruolo
della figlia di Valerio Mastandrea e che vedremo presto al fianco di Sharon
Stone in “What about love”.
Il soggetto è di Massimiliano Bruno.
Edoardo Leo
Edoardo Leo, regista e interprete del film, nato a
Roma nel 1972, è laureato in lettere e filosofia. Si è fatto conoscere per la
sua partecipazione alla serie TV “Un medico in famiglia”. Il suo primo film da regista
è stato “Diciotto anni dopo” (2010), per cui ha ricevuto la nomination ai David
di Donatello e ai Nastri d’Argento come miglior regista esordiente e che gli ha
fruttato moltissimi premi nei festival internazionali. Lo scorso anno lo
abbiamo visto a teatro con Ambra Angiolini in “Ti ricordi di me”, di
Massimiliano Bruno, spettacolo che ha debuttato a Lerici (SP) il 10/03/2012 e che
presto diventerà un film.
Raoul Bova
Raoul Bova, nato a Roma nel 1971, prima di fare
l’attore ha praticato per alcuni anni il nuoto agonistico. Il suo primo film di
successo è stato “Piccolo grande amore” (1993), di Carlo Vanzina.
Successivamente ha alternato la carriera televisiva, con fiction di successo
(“La piovra”, “Ultimo”), con quella cinematografica.
I suoi film di maggior successo sono stati “Palermo
Milano solo andata” (1996), “La finestra di fronte” (2003, di Ferzan Ozpetek),
“Scusa ma ti chiamo amore” e il sequel “Scusa ma ti voglio sposare”, di
Federico Moccia,  “Immaturi” e il suo
sequel, di Paolo Genovese e “Viva l’Italia” (2012, di Massimiliano Bruno).
Negli Stati Uniti ha recitato al fianco di Stallone in “Avenging Angelo” ed è
stato protagonista di “Sotto il sole della Toscana” e “Alien vs Predator”.
Marco Giallini abbraccia la nipote: Rosabell Laurenti-Sellers
Marco Giallini, attivo al cinema da molti anni, si
è fatto conoscere recentemente per le sue interpretazioni brillanti in “Io,
loro e Lara” e “Posti in piedi in paradiso”, di Carlo Verdone e “Una famiglia
perfetta”, di Paolo Genovese. E’ attualmente nelle sale anche in “Tutti contro
tutti”, debutto alla regia di Rolando Ravello.
Raoul Bova e Nicole Grimaudo
Nicole Grimaudo (Caltagirone, 1980) si è fatta
conoscere giovanissima in televisione in “Non è la Rai”. Interprete di numerose
fiction televisive ha avuto le migliori occasioni cinematografiche con “Baaria”
di Tornatore e con Ferzan Ozpetek (“Un giorno perfetto” e “Mine vaganti”).
Il trailer del film: http://www.youtube.com/watch?v=Hxhsuo1nPnk (R. Bocchi)