Assegnati i premi del Festival di Cannes

0
20
Il 68° festival di Cannes si è concluso con
l’assegnazione della Palma d’oro e degli altri premi. Il cinema italiano,
presente in concorso con tre film di notevole livello: “Mia madre”, di Nanni
Moretti, “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone e “Youth-La giovinezza”
di Paolo Sorrentino, nonostante i giudizi positivi della stampa e del mercato
internazionale, esce a mani vuote dalla manifestazione.

Il tappeto rosso del cast di ‘Youth’

Il cinema francese, presente con ben 5 titoli, si
aggiudica tre premi importanti.
La giuria, presieduta dai fratelli Coen, ha
assegnato i premi durante una cerimonia presentata dall’attore Lambert Wilson,
con madrina l’attrice Cécile De France.
La Palma d’oro per il miglior film è stata vinta da
‘Dheepan’, del francese Jacques Audiard, già vincitore del Grand Prix nel 2009
per ‘Il Profeta’. Il film racconta la storia di tre immigrati dello Sri Lanka
che si fingono una famiglia per poter entrare in Francia.

Dheepan

Il Grand Prix è stato vinto da ‘Saul fia’ del
regista 37enne ungherese Laszlo Nemes, che racconta la storia di prigioniero
ebreo in un lager nazista durante la seconda guerra mondiale.
Il premio al miglior regista va al taiwanese Hou
Hsiao-Hsien (già vincitore a Venezia nel 1989 per ‘Città dolente’), per il film
‘Nie yinniang’.
I premi per le interpretazioni vedono un trionfo
francese: miglior attore Vincent Lindon per ‘La loi du marché’ di Stephane
Brizé e miglior attrici Emmanuelle Bercot per ‘Mon roi’ di Maiwenn ex-aequo con
l’americana Rooney Mara per ‘Carol’ di Todd Haynes, una storia di passione tra
due donne per il quale molti si aspettavano un premio per Cate Blanchett.

Cate Blanchett e Rooney Mara

La Palma d’oro alla carriera è stata assegnata alla
regista Agnès Varda. (R.B.)
Agnès Varda