Anteprima al Franco Parenti di ‘Wilde Salomé’, film diretto e interpretato da Al Pacino

0
537

Il 12 maggio 2016 esce finalmente nelle sale italiane il film ‘Wilde Salomé’, scritto, diretto e interpretato da Al Pacino, con Jessica Chastain, Kevin Anderson, Estelle Parsons.

L’anteprima milanese ha luogo l’11 maggio alle 21 nella sala grande del Teatro Franco Parenti.

wilde-salome

IL PROGETTO

“Salomé” è il più controverso lavoro di Oscar Wilde tanto che, a seguito dello scandalo da cui fu investito il suo autore, ne fu proibita la rappresentazione nella Londra di fine XIX secolo. Questa brillante storia di lussuria, avidità e vendetta, racconta la leggenda del Re Erode, del suo folle e perverso desiderio per la giovane figliastra Salomé che, a sua volta, cerca di sedurre Giovanni Battista.

L’adattamento di Wilde ha generato svariate trasposizioni artistiche, inclusa un’opera di Richard Strauss, e ha influenzato il lavoro di grandi musicisti, tra cui Nick Cave e gli U2.

Al Pacino, con “Wilde Salomé”, porta al cinema la propria versione teatrale di questa controversa opera, e a proposito di questo particolare esperimento dichiara: «“Wilde Salomé” è il mio tentativo di fondere l’opera teatrale e il cinema. I due linguaggi possono quasi stridere, essere in contrasto tra loro, la mia speranza è di averli amalgamati al meglio. Fare in modo che questo ibrido funzioni è stato il mio obiettivo: unire tutta la qualità fotografica del cinema a quell’essenza dell’acting che è propria del teatro».

“Wilde Salomé” è quasi, come lo descrive Al Pacino, un “collage di un film”: rappresenta la fatica, le difficoltà, gli alti e bassi che ha incontrato per mettere in scena un capolavoro scritto da uno dei geni letterari del XX secolo, Oscar Wilde.

Pacino descrive le difficoltà e i problemi derivati dalla doppia sfida di mettere in scena il dramma a Los Angeles e di partecipare alla scoperta di una nuova stella, Jessica Chastain, nel ruolo di Salomé.

Tenta anche, con grande impegno, di comprendere il bisogno, la necessità di Oscar Wilde, di esprimere qualcosa di assolutamente diverso rispetto a quanto scritto fino a quel momento; ma soprattutto, cerca di portare sul grande schermo un insolito e sorprendente viaggio dentro il cuore e l’anima del grande capolavoro dello scrittore britannico.

maxresdefault

A vent’anni da “Looking for Richard”, Al Pacino prende nuovamente per mano lo spettatore per accompagnarlo in un viaggio di ricerca, ma questa volta non solo per scoprire tutte le sfaccettature dell’opera e del suo personaggio principale, ora, l’obiettivo è andare oltre, per incontrare Wilde e, allo stesso tempo, mostrare sé stesso.

“Wilde Salomé” è stato presentato fuori concorso alla 68ª Mostra del Cinema di Venezia, dove ha vinto il premio Queer Lion.

Tra i doppiatori ci sono  Gabriele Lavia e Annamaria Guarnieri.  (R.B.)