Al Teatro Manzoni di Milano Giuseppe Fiorello ricorda Modugno

0
567
Dal 13 al 30 novembre 2014 al Teatro Manzoni di Milano Giuseppe Fiorello è il protagonista di “Penso che un sogno così”, di Giuseppe Fiorello e Vittorio Moroni, con la regia di Giampiero Solari.
Le musiche dal vivo sono eseguite da Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma.
In due ore di spettacolo Fiorello ricorda la sua infanzia e fa un omaggio a Domenico Modugno, interpretando in maniera molto convincente le sue canzoni.
“Modugno per me non è stato solo una storia da raccontare o un personaggio da interpretare, ma la possibilità di ritrovare un tempo lontano rimasto sempre dentro di me.

In questo spettacolo salgo a bordo del deltaplano delle canzoni di Domenico Modugno e sorvolo la mia infanzia, la Sicilia e l’Italia di quegli anni, le facce, le persone, vicende buffe, altre dolorose, altre nostalgiche e altre ancora che potranno sembrare incredibili.
Attraverso questo viaggio invito i protagonisti della mia vita ad uscire dalla memoria e accompagnarmi sul palco, per partecipare insieme ad un avventuroso gioco di specchi.” Giuseppe Fiorello

Giuseppe Fiorello, nato a
Catania nel 1969, è stato lo scorso anno protagonista della fiction di Rai1 “Volare – La grande storia
di Domenico Modugno”, diretta da Riccardo Milani.
Al cinema si è fatto apprezzare soprattutto in
“Terraferma”, di E. Crialese e in “Magnifica presenza”, di F. Ozpetek, per i
quali ha vinto il Globo d’Oro della stampa estera come miglior attore non
protagonista ed è stato candidato al Nastro d’Argento per la stessa categoria.

In questi giorni è nelle sale con il film “Se chiudo gli occhi non sono più qui”, di V. Moroni, al fianco di Giorgio Colangeli. (R.B.)