“Viva l’Italia-Le morti di Fausto e Iaio” torna all’Elfo Puccini di Milano

0
766

Dal 25 aprile al 4 maggio e dal 20 al 25 maggio
2014 torna per il secondo anno al Teatro Elfo Puccini di Milano lo spettacolo
“Viva l’Italia-Le morti di Fausto e Iaio”, di Roberto Scarpetti, con la regia
di César Brie. Il testo è stato insignito della Menzione speciale Franco Quadri
al Premio Riccione per il Teatro 2011.
I bravi interpreti dello spettacolo sono Andrea
Bettaglio, Massimiliano Donato, Federico Manfredi, Alice Redini e Umberto
Terruso.
Umberto Terruso

La storia raccontata da Viva l’Italia è
quella delle morti di Fausto (l’attore Federico Manfredi) e Iaio, due
diciottenni milanesi frequentatori del centro sociale Leoncavallo, uccisi a
colpi di pistola la sera del 18 marzo 1978, due giorni dopo il rapimento di
Aldo Moro da parte delle BR. Con loro si intrecciano i racconti di Angela, la
madre di Iaio (Alice Redini), di Giorgio, uno dei tre assassini (Umberto
Terruso), di Salvo Meli, commissario titolare dell’inchiesta (Andrea Bettaglio)
e del giornalista dell’Unità Mauro Brutto (Massimiliano Donato).

Tutti i ruoli sono ispirati a persone realmente
esistite e le loro vicende, su cui è stato creato un carattere di finzione,
sono il risultato della rielaborazione di fatti realmente accaduti.

César Brie
Il regista César Brie è nato a Buenos Aires, ma nel
1974 si è trasferito a Milano con la Comuna Baires, gruppo teatrale di cui è
co-fondatore.
“Gli assassini
di Fausto e Iaio non sono stati trovati. Ci sono nomi e sospetti, ma purtroppo
non le prove che li inchiodino. Questo lavoro ha cambiato il mio modo di
ricordare gli anni tra il’75 e l’82, in cui gestivo il Centro Sociale Isola, il
primo centro sociale occupato a Milano. La notte della morte di Fausto e Iaio
partecipai alla prima manifestazione spontanea, piena di sgomento e rabbia.
Spero che questo lavoro serva a ricordare, a interrogarci, a inquietarci e
aiuti i più giovani a capire cosa accadeva in questo paese quando i loro
genitori erano ragazzi.”
Nel corso della sua lunga carriera ha collaborato con
il collettivo teatrale Tupac Amaru, con i gruppi Farfa e Odin Teatret e con il
Teatro de los Andes. (R.Bocchi)
Massimiliano Donato, Federico Manfredi, Alice Redini, Andrea Bettaglio e Umberto Terruso