Al cinema “Tutto può cambiare”, con Keira Knightley

0
449
Dal 16 ottobre è nelle sale italiane il film “Tutto
può cambiare” (Begin again), di John Carney, regista di “Once”, film
indipendente irlandese vincitore dell’Oscar 2008 per le migliori musiche.
Il film è una commedia che racconta cosa succede
quando due anime alla deriva si incontrano e insieme danno vita ad una musica
meravigliosa.
Greta (Keira Knightley) e Dave (Adam Levine),
fidanzati dai tempi del liceo ed entrambi cantautori, si trasferiscono a New
York quando lui riceve un’offerta da un colosso dell’industria musicale.
La celebrità e le molte tentazioni che la
accompagnano fanno perdere la testa a Dave e incrinano il loro rapporto.

Anche se sola e sconfortata Greta continua a
suonare e proprio grazie alla musica incontra Dan (Mark Ruffalo), un ex
dirigente di un’etichetta musicale che, assistendo per caso ad una sua
esibizione nell’East Village, resta subito colpito dal suo talento naturale.
Intorno a questo incontro casuale, nel corso di un’estate newyorkese, prende
vita la storia di due persone che si aiutano reciprocamente a cambiare, non
smettendo mai di inseguire i propri sogni.
Keira Knightley

Keira Knightley (29 anni), dopo aver debuttato
giovanissima in “Star wars-Episodio 1”, è diventata famosa con i film della
serie “Pirati dei Caraibi” e ha dato le sue migliori prove in “Orgoglio e
pregiudizio” (che le è valso una candidatura all’Oscar), “Espiazione”,  “Anna Karenina” e “La duchessa”.
Mark Ruffalo si fece conoscere nel 2001 con “Conta
su di me”, con cui vinse a Montreal il premio come miglior attore. Successivamente
lo abbiamo visto in “In the cut” (Jane Campion), “Zodiac” (David Fincher),
“Shutter island” (Martin Scorsese), “The avengers”, “Now you see me” e “I
ragazzi stanno bene” (2011), che gli ha fruttato una candidatura all’Oscar come
miglior attore non protagonista.

Keira Knightley e Mark Ruffalo
Adam Levine, musicista e frontman del gruppo Maroon
5, è alla sua prima esperienza cinematografica come attore.