A Milano presentata la nuova stagione del Teatro Litta

0
513
Il Teatro Litta, diretto da Gaetano Callegaro e
Antonio Syxty, alla presenza dell’assessore alla cultura del comune di Milano,
ha presentato gli spettacoli che saranno in scena in questa stagione.

L’apertura, il 16 ottobre, spetterà a “La coscienza
di Zeno spiegata al popolo”, di Stefano Dongetti, con la regia di Paolo Rossi,
che ne è anche uno degli interpreti.
Dal 7 al 20 novembre, con la regia di Antonio Syxty
e le scene di Guido Buganza, sarà in scena “Sogno (ma forse no)”, di Luigi
Pirandello, che verrà ripreso dal 15 giugno al 4 luglio 2015, durante l’Expo,
sottotitolato in inglese.
Dal 14 al 23 novembre, in prima nazionale, “Frammenti
di contemporaneità (Meno emergenze)”, di Martin Crimp, con la regia di
Francesco Leschiera e Chris White.
La compagnia del Teatro Libero presenterà dal 25
novembre al 7 dicembre “Amleto”, di William Shakespeare, diretto da Corrado
d’Elia, che lo interpreta insieme a Giulia Bacchetta, Alessandro Castellucci, Gianni
Quillico, Marco Brambilla, Giovanni Carretti, Andrea Tibaldi, Marco Biraghi e Gaia
Insenga.

Corrado d’Elia: ‘Amleto’

Dall’11 dicembre sarà in scena “Gebrek (Monologo interrotto in due
parti)”, di Claudio Elli, con i comics di Alex Miozzi e i video di Francesca
Lolli.

“Le Beatrici”, di Stefano Benni, debutterà il 16
dicembre e terminerà con lo spettacolo del 31 dicembre.
La compagnia del Teatro Libero tornerà dal 13 al 25
gennaio 2015 con un altro spettacolo diretto da Corrado d’Elia: “La
locandiera”, di Carlo Goldoni, con Monica Faggiani, Corrado d’Elia, Tommaso Minniti,
Gustavo La Volpe, Andrea Tibaldi, Marco Brambilla e Tino Danesi.

Monica Faggiani: ‘La locandiera’
La regia di Antonio Syxty e le scene di Guido
Buganza tornano dal 3 al 22 febbraio con la prima nazionale de “Il gabbiano”,
di Cechov.
Dal 3 al 15 marzo “Confidenze troppo intime”, di
Jerome Tonnerre, con la regia di Antonio Syxty e l’interpretazione di Caterina
Bajetta, Gaetano Callegaro, Ettore Distasio e Valentina Capone. L’opera era
stata portata sullo schermo nel 2004 da Patrice Leconte in un film con Sandrine
Bonnaire e Fabrice Luchini.

Confidenze troppo intime
Dal 17 al 29 marzo il Teatro della Cooperativa
porta in scena “Titanic – The great disaster”, con la regia di Renato Sarti.

A fianco alla stagione ufficiale ci saranno 6
spettacoli, tra gennaio e giugno, all’interno della rassegna Apache, curata da
Matteo Torterolo, che darà spazio a 6 compagnie che saranno ospiti del Litta,
secondo la formula della residenza. (R.B.)