62° FESTIVAL PUCCINI di Torre del Lago

0
898

image

La musica di Puccini a casa di Puccini Dal 15 luglio al 13 agosto 4 i Capolavori Pucciniani in scena nell’arena in riva al Lago Massaciuccoli: Tosca, La Bohème, Turandot, Madama Butterfly

foto umicini fesytival pucciniano 2016 tosca
foto umicini fesytival pucciniano 2016 tosca

Venerdì 15 luglio TOSCA per la regia di Enrico Vanzina e la direzione d’orchestra di Alberto Veronesi inaugura la 62.a edizione del festival che celebra Giacomo Puccini Torre del Lago e il suo genius loci, Giacomo Puccini, oggi e sin da quel lontano 1891, quando il musicista vi si trasferì, sono la perfetta rappresentazione di come un luogo possa fondersi con l’anima e lo spirito di chi lo ha abitato. In questo angolo della Toscana che il musicista definì “eden” e dal quale non riusciva a distaccarsi per lungo tempo, a meno di non soffrire di “torrelaghite acuta” Puccini viveva e componeva. La vita era scandita dal silenzio del suggestivo paesaggio, dalle sonore vibrazioni del lago che gli consentivano di coltivare le sue passioni: la musica, la caccia, la pittura, gli amici. Di Puccini e della sua musica è pervasa Torre del Lago Puccini, a Viareggio, in Versilia, che ogni anno, d’estate, dal 1930, si “veste a festa” per celebrare il suo Genio nel luogo che lo ospitò per trenta anni. Una festa della musica, della sua musica, che ha come cornice quelle stesse atmosfere, quegli stessi colori e profumi che sedussero il musicista. A pochi passi dalla sua casa, oggi trasformata in museo, ricco di documentazione e di cimeli si trova il Gran Teatro all’aperto intitolato al Maestro che ospita il Festival Puccini. Dal 15 luglio al 13 agosto per il 62° Festival Puccini saranno in scena quattro dei capolavori pucciniani: Tosca, La Bohème, Turandot, Madama Butterfly con grandi stelle della lirica e giovani artisti che si alterneranno sul palcoscenico nella grande arena in riva al lago. Il Festival di Torre del Lago affianca alle rappresentazioni delle opere di Puccini numerosi altri eventi di grande richiamo e di assoluta originalità: dalla DANZA, ad EVENTI ESPOSITIVI, CONCERTI. Inoltre in programma uno speciale omaggio ad un altro compositore toscano, Ferruccio Busoni di cui ricorre l’anniversario della nascita . Tra gli eventi a lui dedicati la rappresentazione della sua Turandot.

image

image

IL FESTIVAL PUCCINIANO A FIANCO DI OXFAM ITALIA PER SCONFIGGERE LA POVERTA’ La cultura si unisce alla solidarietà. Anche quest’anno, in occasione del 62° Festival Pucciniano, la Fondazione Festival Puccini sarà al fianco diOxfam Italia, organizzazione impegnata in Italia e nel Sud del mondo per sconfiggere l’incubo della povertà (www.oxfamitalia.org). Durante la serata inaugurale del Festival, venerdì 15 luglio, e nelle serate dal 10 al 13 agosto gli attivisti di Oxfam Italia saranno infatti presenti all’interno della prestigiosa location del Teatro Puccini a Torre del Lago per offrire al pubblico, la possibilità di conoscere le tante attività e progetti realizzati da Oxfam a fianco di chi ha meno. Presso la postazione di Oxfam, allestita in prossimità dell’ingresso, i visitatori potranno quindi ricevere tutte le informazioni sui progetti di lotta alla povertà e gli interventi realizzati nelle più gravi emergenze umanitarie in cui Oxfam è impegnata ogni giorno e scoprire così come sostenere il lavoro realizzato dall’associazione. Un’occasione unica per offrire il proprio piccolo contributo e poter cambiare la vita di tanti. Oxfam Italia è un’organizzazione non governativa parte di un movimento globale di persone impegnate in oltre 90 paesi del mondo per trovare soluzioni durature all’ingiustizia della povertà. Da oltre 30 anni è impegnata in molte regioni del mondo, per migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali, dando loro il potere e le risorse per esercitare i propri diritti e costruire un futuro migliore, e contribuire a garantire loro cibo, acqua, reddito, accesso alla salute e all’istruzione. Oxfam Italia lavora attraverso programmi di sviluppo, interventi di emergenza, campagne di opinione e attività educative per coltivare un futuro migliore, in cui tutti, ovunque, abbiano cibo a sufficienza, sempre.

imageNOTRE DAME DE PARIS il musical che ha incantato ed emozionato milioni di spettatori in tutto il mondo torna a Torre del Lago – Gran Teatro all’Aperto Giacomo Puccini – dal 15 al 19 agosto

image

Ezio Bosso Il 24 agosto al Gran Teatro all’Aperto Giacomo Puccini a Torre Del Lago Puccini Il pianista, direttore d’orchestra di fama internazionale sarà per la prima volta sul palcoscenico di Puccini il 24 agosto con il Concerto che lo vede protagonista di un tour in tutta l’Italia. Ha 44 anni ed è torinese. Ha imparato a leggere lo spartito prima delle lettere e a 4 anni già suonava. Da ragazzino per 3 anni è stato bassista degli Statuto, presto abbandonati per la musica classica. A 16 anni il debutto come solista. Compositore, direttore (anche della London Symphony), ha firmato anche la colonna sonora di “Io non ho paura”, di Gabriele Salvatores. Nel 2011 ha dovuto sottoporsi ad un intervento al cervello, per l’asportazione di una neoplasia che lo ha precipitato, parole sue, in “una storia di buio”. Dopo l’intervento infatti è stato colpito da una malattia autoimmune. Aveva disimparato a parlare e a suonare, ha dovuto riapprendere tutto. Ma non si è fermato. Solo nel 2015 ha inciso il primo disco “The 12th Room”, doppio cd per piano solo registrato con il pubblico in sala a Gualtieri (Reggio Emilia).

imageGigi D’Alessio – Malaterra World Tour Il cantautore ha dato il via al Malaterra World Tour lo scorso 14 ottobre 2015 da Lugano e dopo aver già toccato Marsiglia, Londra, Zurigo, Francoforte, Monaco, Parigi, Bruxelles, Colonia, Amneville, Mosca, Charleroi, Vienna e Barcellona, continua nel 2016 in Asia e Australia e, naturalmente in Italia con una tappa anche a Torre del Lago Puccini il 23 agosto. Un concerto che vedrà Gigi esibirsi in un repertorio d’inediti e di grandi classici napoletani che il cantautore ha riarrangiato per il suo nuovo album “Malaterra”, titolo dell’intero progetto. con il cast originale Giò di Tonno (il Gobbo di Notre Dame), Matteo Setti (il poeta Gringoire), Vittorio Matteucci che vestirà i panni dell’arcidiacono Frollo, Lola Ponce, in Esmeralda e Graziano Galatone nel ruolo del capitano Febo. Dopo quattro anno di sosta il Teatro di Puccini a Torre del Lago torna ad ospitare per la gioia del suo pubblico il grande musical dei record: “Notre Dame De Paris”. Conle musiche di Riccardo Cocciante e la coppia Lola Ponce e Giò di Tonno. Notre Dame De Paris debuttava al Palais des Congrès di Parigi il 16 settembre 1998, nella sua versione originale francese, e fu subito trionfo. Quattro anni dopo, David Zard produceva la versione italiana con l’adattamento di Pasquale Panella: il 14 Marzo 2002, al Gran Teatro di Roma, costruito per l’occasione, si teneva la prima di quello che sarebbe stato il musical dei record; un’emozione che, da allora, ha contagiato oltre due milioni e mezzo di spettatori. «La musica è come la vita, si può fare in un solo modo, insieme».